Caravaggio, il nuovo treno lombardo tra un anno sarà realtà.

La presentazione

‘Caravaggio’ è il nome di uno dei treni acquistati dalla Regione Lombardia che entrerà in servizio da maggio 2020. Il suo mock up, vale a dire un modello a grandezza naturale, è stato presentato in piazzale Cadorna mercoledì 17 marzo,  in mattinata, quando erano presenti il presidente della Regione Lombardia, l’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, insieme al presidente di FNM, all’amministratore delegato di Trenord, al presidente di Ferrovienord e all’amministratore delegato di Hitachi Rail. Il treno sarà visitabile tutti i giorni fino al prossimo 3 maggio.

Promessa mantenuta

“Manteniamo le promesse che avevamo fatto- dice il governatore lombardo Attilio Fontana. Presentiamo i treni che fra un anno verranno forniti, vale a dire 100 Caravaggio e 61 di altro genere per 1 miliardo e 600 milioni di euro in termini di investimento”. Fontana ha poi parlato di un accordo importante siglato con Rfi.  “Un altro motivo di soddisfazione è l’intesa raggiunta con Rfi perchè ricominci ad investire sulla rete. E bene: Rfi investirà la bellezza di 14 miliardi di euro in 7 anni, andando ad ampliare, rinnovare, aggiornare la rete su cui circolano i nostri treni”. “Nello spazio di qualche anno la Lombardia avrà finalmente un trasporto regionale in linea con la sua qualità e i servizi che la Regione deve fornire ai cittadini. La strada è ormai stata intrapresa e indietro non si torna”,ha aggiunto sempre il presidente Fontana.

Leggi anche:  Sole d'Oro: due premiati di Saronno

Il convoglio

Ideato e prodotto in Italia, il convoglio fa parte del programma di rinnovamento della flotta approvato e finanziato da Regione Lombardia, con Hitachi Rail che è l’azienda che si è aggiudicata la gara e ha ora il compito di produrre 100 treni su due piani al servizio dei lombardi, bidirezionali, a composizione bloccata, a trazione elettrica 3 kV e potenza distribuita.  Sul fronte tecnologie e sicurezza, i vagoni sono dotati di illuminazione LED, Wi-Fi, prese 220V e USB, sistema informazione a passeggeri, misuratore energia, conta-persone, telecamere laterali e frontali, telediagnostica da remoto, videosorveglianza intelligente con tecnologia ‘Anomalous Behavior detection.  Quanto ai benefici ambientali, spiccano la riduzione del 30 per cento dei consumi di energia elettrica, la riduzione della rumorosità, il recupero di energia elettrica in frenatura, l’utilizzo di materiali innovativi che permettono la riduzione del peso ed elevati tassi di riutilizzabilità (96 per cento) e biodegradabilità (95 per cento). Presenti anche postazioni per le biciclette e prese elettriche per la ricarica delle e-bike.