Discendente di un lonatese emigrato in Argentina, Alicia Gadda tornerà il 19 e il 20 ottobre nel paese del bisnonno e lancia un appello: “Cercansi parenti”.

“Cercansi parenti”, ritorno alla scoperta delle proprie radici

“Voglio visitare Lonate Ceppino e conoscere il luogo di nascita del mio bisnonno Paolo Enrico Gadda”. Apre così il suo appello Alicia Gadda, cittadina Argentina dalle radici varesotte, precisamente lonatesi. Il bisnonno, nato il 14 ottobre del 1862, aveva lasciato la casa e la patria a 23 anni. Lui come tanti altri italiani che, in quell’epoca, cercarono fortuna e nuova vita in Sud America.

Una lunga ricerca

“Riuscire a conoscere il luogo di nascita del mio bisnonno non è stato semplice. C’è voluto molto tempo – continua Gadda – Ho scritto centinaia di lettere, prima ai Comuni e poi alle parrocchie. Tutti mi hanno risposto con molta gentilezza”. Una ricerca a vuoto per tanto tempo, basata sulle pochissime notizie tramandate dalla nonna insieme all’amore per l’Italia. “Il tempo passava ma il sangue italiano mi ha spinto a non arrendermi. Fino a che un giorno non ho ricevuto una risposta che mi ha riempito di grande gioia”. La risposta era firmata dal parroco di Lonate Ceppino.

Leggi anche:  Campo sportivo e scuola via Acerbi: firmato il contratto

Ritorno a casa

Nella lettera, una conferma incontrovertibile. “Nella lettera del parroco c’era scritta la data del matrimonio dei genitori del mio bisnonno – prosegue la lonatese argentina – Confermandomi così che lui era stato registrato lì. Non dimenticherò mai la felicità di quel momento, dopo tanta ricerca. Risalita anche ai genitori del mio bisnonno, Macario Gadda e Chiara Bianchi, ho cercato di ricostruire la loro storia. Il 19 e il 20 ottobre sarò a Milano e visiterò Lonate Ceppino. Desidero incontrare qualche parente che porta il sangue dei miei antenati e verrò con mio figlio in modo che conosca le sue radici”.