Questa mattina alle 10.30 nella Basilica di Sant’Ambrogio c’è stata una cerimonia per ricordare le vittime della strage di Linate. Fu un incidente aereo che avvenne l’8 ottobre 2001.

Cerimonia in Sant’Ambrogio per ricordare le 118 vittime

Questa mattina, con una celebrazione nella Basilia di Sant’Ambrogio, si è voluto ricordare le vittime del disastro di Linate, a 18 anni dall’accaduto. A celebrare la cerimonia è stato monsignor Antonio Napolioni, Vescovo di Cremona. Presenti i parenti delle vittime e le autorità. Fra queste ultime il Sindaco di Milano Giuseppe Sala e il sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia, Alan Rizzi.

Le Parole di Rizzi

“E’ giusto ricordare  chi ha perso la vita in quella che rimane la più grave tragedia aerea per numero di vittime mai successa in Italia. Ancora oggi piangiamo 118 vittime innocenti e vogliamo stringerci ai famigliari perché il loro ricordo non sia vano. Da milanese ricordo ancora quei terribili istanti, quegli attimi di paura durante i quali tutti ci chiedevamo ‘perché’. In questi 17 anni sicuramente e’ stato fatto tanto per quanto riguarda la sicurezza negli aeroporti, ma non possiamo mai abbassare la guardia”.

Il disastro di Linate

L’8 ottobre 2001 all’aeroporto di Milano-Linate, alle 8.10, due aerei si scontrarono a terra. A causare il disastro  fu l’invasione di un aereo in atterraggio su una delle piste di decollo. Avvenuto a meno di un mese dall’attacco alle Torri Gemelle, l’incidente per alcune ore gettò l’Italia nell’incubo terrorismo. Fra le 118 vittime ci furono anche Francesco Moscatello di Bollate e Osvaldo Rossello di Arluno.

Leggi anche:  Lavoratori e aziende donano 100mila euro a sostegno delle donne vittime di violenza

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE ALTRE NOTIZIE