Come proteggere i nostri cani dal caldo estivo? Domanda da un milione di dollari, che ciascun amante degli amici a quattro zampe sicuramente si sarà posto. Con l’arrivo dell’estate infatti anche la salute dei cani va tutelata con maggiore attenzione. Il problema sono le elevate temperature che si raggiungono in questo periodo, soprattutto se associate ad un alto tasso di umidità. Fra i rischi più diffusi c’è il colpo di calore. E a soffrirne maggiormente, come accade anche per l’uomo, sono i cuccioli, i cani anziani, gli animali in sovrappeso e quelli con problematiche particolari. Le razze più a rischio sono però quelle brachicefale, per via della loro conformazione delle vie aeree superiori. Parliamo dunque di bulldog inglese, bouledogue francese e via dicendo.

Il colpo di calore

Quando si parla del colpo di calore ci si riferisce ad una grave condizione patologica e si veridica quando il cane supera i 39,5-40° di temperatura che può portare anche alla morte dell’animale. I fattori che lo provocano sono dunque il caldo eccessivo, elevata umidità, scarsa ventilazione e situazioni di stress (sforzi o spazi stretti). Che succede? Il cane, che sfrutta la respirazione per controllare la temperatura corporea, non riesce più a mantenerla entro i limiti fisiologici.

Come proteggere i nostri cani dal caldo estivo?

Esistono delle pratiche di comportamento da non sottovalutare, mentre nel caso di dubbi, problemi particolari o situazioni singolari da affrontare è bene non esitare a rivolgersi a professionisti del settore, come la Clinica Veterinaria Città di Saronno. In primis non lasciare mai i cani in auto (nemmeno con i finestrini abbassati o con la macchina all’ombra).
Per evitare scottature, soprattutto in animali a pelo molto rado e bianco, è bene non lasciarli all’esposizione diretta dei raggi solari (cuccia al sole, legati al sole, ecc.), per proteggerli esistono creme solari appositamente studiate. Evitare passeggiate nelle ore più calde e lo stesso vale per la spiaggia: prima di portarli assicuratevi che ci siano condizioni favorevoli per loro (ombra, vento). Ancora? Evitare gli sbalzi di temperatura, assicurarsi che bevano costantemente acqua fresca… prima di partire è bene rivolgersi dunque al vostro veterinario.