Da Pogliano la gara di solidarietà per l’Istituto Tumori di Milano: decolla l’iniziativa.

Da Pogliano la gara di solidarietà per l’Istituto Tumori

Parte da Pogliano l’idea di Giacomo Picicuto. Nella vita papà, mental coach, oltreché gestore di una palestra nella frazione Bettolino.

L’iniziativa riguarda la realizzazione di calendari 2020: il ricavato di vendita degli almanacchi sarà devoluto al reparto pediatrico oncologico dell’Istituto Tumori di via Venezian a Milano. Totalmente a favore del prossimo.

Parliamo di una vera e propria gara di solidarietà a cui il Comune di Pogliano darà il suo patrocinio. L’adesione al piano di lavoro avanza: dalla stesura del programma all’allestimento scenografico le figure che si fanno avanti per collaborare sono tante. Persone e professioni uniscono tempo e testa. La creatività di acconciatori, parrucchieri, musicisti, fotografi, istruttori, ragazzi, scuole di danza (e ordinarie) e la forza delle Istituzioni si concentrano tutte in questo progetto. L’impatto con l’emozione è forte, e non manca il cuore.

Si tratta di mettersi in gioco verso un proposito comune: questo fine ha un nome e si chiama Ricerca.

Leggi anche:  Aumenti Trenord: il M5S non ci sta. Volantinaggio e petizione a Lambrate

Dice Giacomo Picicuto: “Ringrazio Daniele Balducci, mio socio: per il sostegno. E Martina, una giovane che frequenta la mia palestra: per aver prestato il suo volto per ogni mese dell’anno. Parlo con riguardo a tutti quelli che si concedono all’obiettivo e lo fanno a titolo volontario: grazie per gli sforzi. E per la passione: che ci mettono. E’ un percorso intenso: questa è la parola. Fare ricerca è essenziale. I soldi nello specifico andranno alla Lilt milanese (Lega Italiana Lotta ai Tumori). Per chi volesse unirsi è attivo il mio profilo Facebook”.

Lottare raggrupparsi sensibilizzare: sono questi i termini più usati.

Il calendario 2020 partirà da un parterre artistico denso: tra i nomi il ginnasta Igor Cassina (che ha dato l’autorizzazione a comparire e farsi immortalare).

“Dobbiamo immedesimarci negli occhi dei bambini. Agire, adesso. Non ha senso aspettare che accada a noi. Anche una goccia nel mare conta” conclude Picicuto.

E le adesioni si registrano in crescita, proprio come le onde del mare.

 

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE