Discarica in cava tra Casorezzo e Busto Garolfo, il vicepresidente della Regione Fabrizio Cecchetti (Lega) presenta una nuova mozione.

Discarica in cava: “Sostenete i ricorsi dei Comuni contro l’opera”

“Regione Lombardia sostenga con ogni mezzo possibile i ricorsi dei comuni e del Parco del Roccolo contro la discarica a Casorezzo e Busto Garolfo.” E’ quanto chiede il vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia Fabrizio Cecchetti (Lega Nord) con una mozione presentata oggi, mercoledì 13 dicembre, al Pirellone.

Le mosse fatte negli anni passati

Il documento di Cecchetti arriva dopo due anni di tentativi e azioni per fermare la discarica. Oltre a quelle delle associazioni del territorio e dei Comuni, c’è anche un’interrogazione alla Giunta regionale nel giugno 2016. A questa si aggiunge una risoluzione approvata in Consiglio regionale nel dicembre 2016. Ma anche una più recente mozione presentata insieme al consigliere Carlo Borghetti (Pd) contro le discariche nei Plis approvata il novembre scorso. Senza dimenticare sopralluoghi, manifestazioni, nonché svariati incontri con cittadini, sindaci e assessori regionali.

Leggi anche:  Vandali del presepe: nuova inquietante “moda” in Lombardia

Il commento di Cecchetti

“In queste anni – spiega Cecchetti – le abbiamo provate tutte per far cambiare idea a Città Metropolitana perché crediamo che realizzare una discarica in un parco sia una follia. Follia che metterebbe a rischio l’ambiente e la salute dei cittadini residenti nella zona. Ora chiediamo a Regione Lombardia di sostenere con ogni mezzo possibile il ricorso del Parco del Roccolo e dei Comuni del territorio contro l’autorizzazione rilasciata da Città Metropolitana per la realizzazione della discarica. Un intervento di questo tipo da parte di Regione darebbe infatti ancora più forza alle istanze del territorio e dei comuni in questa grande battaglia a tutela dell’ambiente e dei cittadini”.