Luigi Duse si dimette dalla vicepresidenza del Parco del Ticino.  Una scelta maturata a seguito dell’evidente scontro col numero uno dell’ente, Giampietro Beltrami.

Duse si dimette

Nella sua lettera di dimissioni, il numero due parla, riferendosi al presidente, di “atteggiamento non confacente alla carica, padronale, feudale e aggressivo nei toni e nei modi che perdura da anni”. Per l’ormai ex vicepresidente, infatti, le posizioni di Beltrami sono spesso state in contraddizione con le decisioni del Consiglio e dei suoi rappresentanti.

Situazione insostenibile

Per il vicepresidente uscente vengono meno, quindi, le condizioni di cogestione all’interno del Parco, condizione importante secondo lui, e alla base del successo dell’ente stesso. Un affronto frontale a Beltrami, che apre una spaccatura nel Parco del Ticino.