50 euro di multa per chi non ha fatto il tampone salivare al proprio animale e 75 auro per chi non raccoglie le deiezioni canine.

Escrementi di cani: database di dna a Malnate

A Malnate, da circa un anno e mezzo, è stato lanciato un progetto molto singolare che ha scaturito non poco clamore. E’ stata infatti costruita una banca dati con il dna dei cani che vivono nel territorio comunale. E in questi giorni stanno arrivando le prime multe per i proprietari che non raccolgono le deiezioni dei loro amici a quattro zampe. I padroni maleducati vengono incastrati dal confronto dei dna prelevato dagli escrementi e quelli contenuti nel database comunale.

Le multe

Per riempire il database malnatese, i cittadini hanno avuto un anno di tempo per far effettuare ai loro cani un prelievo gratuito di dna tramite un tampone salivare. A maggio sono arrivate le prime sanzioni, pari a 50 euro, per il mancato prelievo. Su 2156 cani, infatti, solo 28 sono stati sottoposti a prelevamento di dna e per questo i loro proprietari. Per chi ha appena adottato un cane, la Giunta dà la possibilità di effettuare in modo gratuito il prelievo del dna fino al 31 dicembre 2018.  La multa per chi invece abbandona la deiezione canina ammonta a 75 euro. L’Amministrazione comunale si dice molto soddisfatta dei questo primo bilancio soprattutto sia perché i padroni ora sono più civili e i marciapiedi puliti sia perché sul tavolo dell’assessore ci sono già 83 richieste da parte dei comuni di tutta Italia che chiedono informazioni su come applicare loro stessi il metodo.

Leggi anche:  "Io non rischio", nel weekend nelle piazze del Varesotto