Flash mob e iniziative contro la violenza sulle donne a Castano Primo.

Flash mob, Castano si colora di rosso

Castano Primo si colora di rosso e dice “no” alla violenza sulle donne. Stamattina alle 10 in piazza Mazzini si è svolto il flash mob “Se fossi in me” organizzato dal TornoLab, i ragazzi dell’istituto Torno, contro la violenza di genere. Non è l’unico appuntamento contro la violenza sulle donne nella ricorrenza della Giornata Internazionale.  Alle 15, in oratorio Madonna dei Poveri, si terrà anche il torneo di calcio “No woman non cry”. Tutto il paese ha poi aderito alla Giornata, con vetrine colorate di rosso, striscioni e messaggi contro la violenza sulle donne.

LEGGI ANCHE: Violenza sulle donne, i dati in Regione Lombardia

In piazza contro la violenza sulle donne

“Anche quest’anno abbiamo scelto di essere in piazza per dire no alla violenza contro le donne – hanno dichiarato dalla giunta guidata da Giuseppe Pignatiello – Da sempre pensiamo che ci possa essere accanto al momento dell’approfondimento del tema specifico un momento di denuncia e condivisione con tutti. Come ogni anno siamo stati all’istituto Torno per parlarne con i ragazzi delle classi quinte. Come ogni anno abbiamo condiviso con i servizi pubblici con le cooperative e con le associazioni del territorio i contenuti e la struttura della manifestazione. Come ogni anno abbiamo chiesto a tutti di esporsi e le vetrine sono diventate veicolo di messaggi. Come ogni anno ci auguriamo che il 25 novembre sia tutti i giorni. E se passate in piazza, quei foglietti rossi e quei nomi possano essere un monito a tutti per dire mai più“. Ci siamo. Come ogni anno e come tutti i giorni”.

Leggi anche:  Il presepe essenza di vita, Lainate città dei presepi FOTO

La gallery sul “No” di Castano Primo alla violenza contro le donne:

LEGGI ANCHE: A Gallarate e Castano Primo due nuovi sportelli per Auser Filo Rosa