Titoli di coda per le «13 Storie dalla Strada», mostra realizzata con il contributo di Fondazione Cariplo.

Hanno brindato al chiaro di luna nella cornice del Mare Culturale Urbano lunedì scorso, 2 settembre, i protagonisti della mostra «13 Storie dalla Strada. Fotografi senza fissa dimora» di Fondazione Cariplo.  Per loro è giunto il termine dell’esposizione che li ha visti dominare la scena delle prestigiose Gallerie d’Italia a Milano fino allo scorso 1 settembre. 52 scatti di persone senza tetto che hanno saputo attirare moltissimi visitatori, solo dopo che gli stessi hanno partecipato ai workshop organizzati dalla onlus Ri-scatti e dai fotografi dell’associazione Witness Journal.

Sul palco gli autori

Sul palco, visibilmente emozionati, sono quindi saliti Salvatore, Fedele, Dario e Antonio. Gli autori delle fotografie hanno prima guardato con emozione e trasporto il cortometraggio che li ha introdotti al grande pubblico, poi si sono lasciati andare alle proprie considerazioni sul percorso compiuto nei mesi scorsi.

Parla la curatrice

Scambio di esperienze significativo, dunque, nello scenario della cascina milanese. «Le cose fatte con amore hanno una soddisfazione diversa dal solito», così ha aperto le danze degli interventi la curatrice della mostra, Daria Gallico, che è sempre rimasta al fianco dei fotografi, alcuni dei quali hanno preso in mano la macchina fotografica soltanto per la prima volta. Gallico si è poi augurata che la mostra assuma una veste itinerante ed attraversi tutto lo Stivale.