Sul web sta spopolando la notizia di Bohdana Stoska, ritenuta la bimba con i capelli più lunghi del mondo: è alta 137 centimetri, la sua chioma ne misura 90.  In realtà il primato è di una bimba di Nerviano.

I capelli più lunghi del mondo

Mila, 7 anni (ne farà 8 a fine mese), è alta 122 centimetri e i suoi capelli ne misurano ben 97.
La piccola abita nella frazione di Garbatola (dove frequenta la terza A della scuola primaria, sua passione è l’equitazione che pratica a Rho e per i suoi capelli è stata ribattezzata da tutti «Rapunzel») insieme a mamma Giuliana, papà Lucio Staiano e al fratellino Noah di 3 anni. I suoi capelli sono lunghissimi, Mila assomiglia a un simpatico personaggio delle fiabe e coi suoi capelli ha un rapporto speciale: non se li taglia da quando aveva 4 anni, se li cura e non ha nessuna intenzione di cambiare look.
«Da un messaggio su facebook ho appreso della notizia di quella bimba inglese entrata nel Guinness dei Primati – inizia a raccontare mamma Giuliana – e mi aveva molto incuriosita perché assomigliava molto alla mia piccola. I capelli di Mila sfiorano il metro. Quindi quel primato va rivisto. Mi attiverò ma prendendo tutto ovviamente come un gioco, Mila deve essere valorizzata per quello che ha nella testa non per i capelli».

Come è nata la voglia di avere una chioma così lunga e come è vivere con così tanti capelli?

«Anch’io ho sempre portato i capelli lunghi, mi ha sempre visto così e quindi è un po’ una cosa di famiglia – ricorda la mamma -. La piscina d’inverno è vietata perché per asciugarli ci vogliono due ore, al mare questo problema non c’è; quando fa equitazione deve mettere la treccia dentro la pettorina perché nei salti il cavallo potrebbe spaventarsi. Se deve andare in bagno li deve attorcigliare sul braccio, quando va a dormire li deve legare bene perché altrimenti potrebbe soffocare. Ormai tutto questo fa parte della sua quotidianità. Come facciamo a lavarli? Non è certo facile: dobbiamo fare lo shampoo, pettinarli e poi asciugarli: tradotto in tempo servono più o meno 110 minuti. Temiamo fortemente i pidocchi, che sono l’unico problema che potrebbe portare a farli tagliare».
E Mila cosa dice? «Non me li taglio a quando avevo quatto anni, anche tante mie amiche vorrebbero i capelli come i miei – ci confida -. Mi piacciono così. Diventerò grande ma non voglio tagliarli».

Leggi anche:  Incursione vandalica, una pioggia di soldi sul pratone di Pontida VIDEO

E cosa vorrebbe dire diventare la bambina coi capelli più lunghi del mondo?

«Garbatola sarà conosciuta un tutto il mondo. Ma nella mia vita non cambierà nulla» risponde Mila.
E la mamma tiene a precisare: «L’importante non è quel record ma quello che lei ha sotto i capelli. Ossia quello che ha nella testa. Mila è una bambina molto timida, estremamente sensibile me molto intelligente. E’ molto riflessiva. Fa la vita di tutte le bambine della sua età: va a scuola, all’oratorio. Ama molto dipingere ed è molto portata. I capelli sono importanti perché fanno parte di lei. Un domani vorremmo che comunque li tagliasse, per sviluppare una sua personalità oltre i capelli che possono diventare altrimenti una “copertina di Linus”. Con mio marito ci stiamo lavorando e i nostri figli lo sanno: l’importante non è l’astuccio, il contenitore ma quello che vi è dentro. E loro sanno che è su questo che devono puntare per essere felici nella vita che è troppo importante e non va sprecata nell’esteriorità. Bene i capelli, ma le priorità sono altre». Ora la parola passa allo staff del Guinness.