Il presepe di Bareggio in mostra al Pirellone. Martedì 4 dicembre al Pirellone, su impulso del consigliere regionale Silvia Scurati (Lega), protagonista l’abilità del Gruppo presepisti di Bareggio: la loro opera, infatti, è stata scelta come allestimento natalizio dalla Regione. Da un quarto di secolo il Gruppo Presepisti di Bareggio organizza la mostra dei Presepi che si svolge ogni anno nella secentesca Chiesa di Santa Maria della Neve. Vere opere d’arte in grado di attirare più di tremila visitatori in ogni edizione. Oggi a Palazzo Pirelli è avvenuta la benedizione del presepe.

Il presepe di Bareggio in mostra al Pirellone

Nell’atrio della sede storica di Regione Lombardia, intorno alle 13, presentazione dell’iniziativa che vede esporre un saggio della bravura degli artisti della Natività bareggesi. All’evento, oltre alle autorità regionali, erano presenti il sindaco di Bareggio, Linda Colombo, il consigliere regionale e comunale bareggese Silvia Scurati e, in rappresentanza del Gruppo Presepisti, Renzo Paina e Achille Pirovano.
«E’ la prima volta che un presepe di Bareggio arriva al Pirellone e per questo vi ringrazio a nome di 18mila abitanti – ha detto il sindaco Colombo -. Grazie al consigliere regionale Silvia Scurati che ha fatto da tramite affinché potessimo portare qui una delle nostre eccellenze artigiane. Grazie per questa opportunità: il presepe non va dimenticato, va incentivato e in ogni casa, in ogni scuola e in ogni istituzione pubblica dovrebbe essercene uno per ricordarci chi siamo e da dove veniamo».

Leggi anche:  Ma allora, arriva la neve oppure no tra questa sera e venerdì?

Il commento di Scurati

“Sono molto contenta che sia valorizzata un’eccellenza del territorio, mi auguro che tanti lombardi verranno anche a Bareggio a visitare la mostra dei presepi”, ha aggiunto la consigliera regionale della Lega, Silvia Scurati.  “Sono molto orgogliosa – ha affermato Scurati – che Palazzo Pirelli ospiti nel proprio atrio il Presepio realizzato dal Gruppo Presepisti di Bareggio, che quest’anno peraltro festeggia i 25 anni di attività. Un esempio di abilità artigianale che celebra nel modo più opportuno un momento, come quello del Santo Natale, fondamentale per la nostra identità e per la nostra storia. Il presepe – conclude Scurati – è infatti simbolo delle nostre radici cristiane e dei nostri valori e pertanto va tutelato. A maggior ragione quando la sua realizzazione passa attraverso la manualità di volontari che lo rendono una vera e propria opera d’arte”.

Leggi anche:

Un presepe grande tutta Magenta: ecco come