In Brianza sepolture islamiche nel cimitero orientate verso la Mecca. Come riporta il giornaledimonza.it  succede a  Desio  dove la Giunta ha  deciso che  cittadini di fede islamica  avranno un posto al  camposanto cittadino. Un gesto  concreto di integrazione in un periodo che è stato caratterizzato purtroppo da episodi di esclusione, come quello di Lodi, che hanno fatto non poco discutere.

Un’area per le sepolture islamiche

Desio avrà una nuova area per le sepolture dei cittadini di religione islamica residenti o deceduti sul territorio del Comune. Nella seduta di martedì 16 ottobre la Giunta ha deliberato la convenzione con l’associazione culturale “Centro Minhaj ul Quaran” con cui definisce la nuova procedura di accesso e d’uso di queste sepolture.

Per il sindaco “tutti i cittadini sono uguali”

“Per noi tutti i cittadini che vivono e lavorano sul territorio hanno gli stessi diritti e doveri, senza distinzioni di etnia –  spiega il sindaco Roberto Corti– Accogliamo oltre 4 mila residenti stranieri, la maggior parte rumeni ma anche pachistani. Abbiamo oltre 800 bambini iscritti a scuola e supportiamo iniziative di integrazione culturale, garantendo sempre il rispetto della legge. Desio è la città dell’integrazione nel rispetto delle regole”.

Leggi anche:  Cambio di orari al cimitero di Bià per le visite ai cari defunti

Rivolti verso La Mecca

La testa dei defunti sarà rivolta verso La Mecca e, quindi, le fosse per le bare saranno orientate tutte nello stesso modo. I defunti di religione islamica saranno sepolti deponendo la salma all’interno di un feretro, in conformità alla legislazione vigente in materia funeraria. Al termine del periodo ordinario di inumazione o se il numero dei posti fosse esaurito, si procederà all’esumazione. I resti ossei saranno conservati nell’ossario comune nel rispetto delle regole della religione islamica.

Tutti i particolari sul Giornale di Monza

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE