Incontro con Salvatore Borsellino

Incontro con Salvatore Borsellino

Giovedì 16 maggio, dalle ore 10,00 alle 12,00, presso l’auditorium del liceo Galilei di Legnano, gli studenti delle classi quinte incontreranno Salvatore Borsellino, fratello minore di Paolo, ucciso il 19 luglio 1992 a Palermo, in via D’Amelio in un attentato di stampo terroristico-mafioso.

Instancabile attivista, dopo la Strage di via D’Amelio, Salvatore si dedica alla sensibilizazione riguardo al malgoverno e le collusioni tra politica, poteri occulti e mafia. Fonda il movimento delle agende rosse, in riferimento al taccuino sparito il giorno dell’attentato dai sedili dell’auto su cui viaggiava il magistrato simbolo della lotta alla criminalità organizzata.

Una grande opportunità per gli studenti del Galilei

Salvatore Borsellino crede nei giovani, perchè era su di loro che Paolo riponeva le sue speranze ” coloro che sarebbero riusciti a finire questa lotta” e ancora “sono ottimista, perchè vedo che contro la criminalità mafiosa i giovani siciliani, e non, hanno un’attenzione diversa da quella che io ebbi solo all’età di quarant’anni”.

Leggi anche:  Sospensione dell'erogazione dell'acqua potabile ad Abbiategrasso

E riparte così dai ragazzi, incontrandoli nelle scuole, parlando con loro, diffondendo le idee di Paolo, stimolandoli nella ricerca, sempre e comunque, della verità e infondendo in loro il desiderio di una democrazia libera e giusta.

“Parlate della mafia

parlatene sui giornali,

alla radio,

in televisione, però parlatene”

Paolo Borsellino

 

CLICCA QUI PER LE ALTRE NOTIZIE