L’acqua di lusso Evian della Ferragni venduta a 8 euro diventa oggetto di scandalo nazionale e il Codacons minaccia azioni legali, in ritardo di due anni.

L’acqua di lusso Evian-Ferragni

La polemica è nata dalla pancia del web e, come spesso accade, ha assunto contorni nazionali. Circa due anni fa, l’imprenditrice digitale cremonese Chiara Ferragni, ha realizzato una featuring con Evian – notoriamente un’acqua di lusso da sempre venduta a prezzo salatissimo – brandizzata con il suo logo e venduta a 8 euro. A riportare la notizia il Giornale di Cremona.

Internauti scandalizzati

Qualcuno ha scoperto il “fattaccio” e ha intavolato la polemica web lamentando il sovrapprezzo delle bottigliette. Questione comune con tutti i beni di lusso di cui si paga la firma. Si chiama libero mercato e ognuno effettua i propri acquisti scegliendo da un bouquet di prodotti e di prezzi differenti. Nella querelle è interventuo anche Fedez, che ha cercato di ironizzare proponendo attraverso un video diffuso dal suo canale twitter una “banana” da lui decorata e “venduta” – ovviamente per scherzo (è bene ribadirlo) – a 25 euro.

Leggi anche:  Tanti vip al Natale di Qc Terme IL VIDEO

Io comunque ho una Chiara Ferragni x Chiquita se interessa pic.twitter.com/9UFlxqrMEQ

— Fedez (@Fedez) 8 ottobre 2018

Il Codacons sul piede di guerra

Il presidente del Codacons Carlo Rienzi è intervenuto nella vicenda minacciando azioni contro la cremonese: “Far salire il prezzo di un bene essenziale come l’acqua a 8 euro a bottiglietta apre la porta a pericolosi andamenti di listini, una pratica a nostro avviso scorretta”. Pronta la risposta del rapper marito della Ferragni: “Caro Presidente del Codacons mi domando…ma voi vigilate guardando le tendenze di Twitter? No perché ci sono acque da 8 euro in commercio da anni…Sicuro di voler fare la caccia alle streghe?”.

LEGGI ANCHE: Ecco il Dior da sogno di Chiara Ferragni