Sollievo per i lavoratori Abb, l’azienda: «Individuato un possibile percorso per garantire la tutela dei lavoratori».

Lavoratori Abb, una buona notizia

Al Ministero dello Sviluppo economico si è svolto mercoledì 10 luglio il tavolo sulla società Abb, che aveva annunciato lo scorso gennaio la chiusura di alcuni reparti di produzione nello stabilimento di Vittuone coinvolgendo 108 lavoratori.
Grazie al lavoro portato avanti in questi mesi dal Ministero dello Sviluppo Economico l’azienda ha comunicato che è stato individuato un possibile percorso condiviso con i sindacati per raggiungere, a fronte del ritiro della procedura di licenziamento, un accordo che possa garantire sia la reindustrializzazione dell’area dello stabilimento dismessa sia la salvaguardia dei lavoratori.

La soddisfazione dei Cinque Stelle

«Questo percorso è stato possibile grazie alla possibilità di attivare lo strumento della cassa integrazione per cessazione, reintrodotto dal Governo con il Decreto Genova, al fine di garantire la continuità produttiva del sito» spiega il deputato Riccardo Olgiati (Movimento 5 Stelle).
Aggiunge il consigliere regionale Massimo De Rosa: «Garantire la continuità produttiva e la tutela dei lavoratori, e di conseguenza delle loro famiglie, è un risultato importante per il governo e per la stessa città di Vittuone. Salvaguardare la produzione e le aziende della provincia lombarda significa permettere a un territorio di continuare a vivere».
Conclude Diego Manfredi, consigliere comunale grillino a Vittuone: «Questa è la dimostrazione che con il confronto e la buona volontà di tutti si possono ottenere grandi risultati. Lo sforzo per il mantenimento di un sano tessuto industriale è, a mio avviso, la soluzione migliore per la salvaguardia dell’economia Italiana. Salvando Abb si garantisce la continuità lavorativa anche di parecchie altre aziende del nostro territorio, le quali beneficiano dell’indotto di questa grande realtà».