Le sorelle Lazzati donano la loro casa di San Vittore Olona che si affaccia anche sul Sempione: nell’ampia struttura saranno realizzate aule e laboratori della Fondazione Minoprio che si occupa di floricoltura e agraria.

Le sorelle Lazzati donano la loro casa

Un gesto d’amore per il proprio territorio e per i giovani. E’ quello che vede protagoniste le sorelle Cornelia e Augusta Lazzati, due donne molto conosciute in paese. Loro, insieme ad altri eredi, ad aver donato tutta la loro proprietà (che si estende lungo l’ampio quadrilatero compreso tra il Sempione e le vie San Francesco, Speri e Cadorna) alla Fondazione Minoprio, ente che opera a favore del florovivaismo, ambiente, formazione, istruzione e avviamento al mondo del lavoro. Ed è proprio sul possedimento delle sorelle che vedrà la luce lo spazio dedicato agli uffici ma anche spazi per la coltivazione e aule per gli studenti.
“Casa Lazzati”, racchiusa all’interno di un grandissimo parco secolare con grossi alberi, è dimora di pregio: ora, con tutta l’area verde, per una superficie totale pari a oltre 20mila metri quadrati del valore di 3 milioni e mezzo di euro, è passata nelle mani della fondazione, che ha la sua sede a Vertemate con Minoprio, in provincia di Como: e grazie a questo regalo delle Lazzati per la prima volta ha l’occasione di affacciarsi nella Provincia di Milano.
«L’idea di donare questa proprietà – spiega Paola Bombelli, nipote delle due signore e figlia di Maria Rosa Lazzati – nasce dal fatto che la villa in questione, nella quale le zie rimarranno comunque a viverci, è un immobile importante che sorge in un parco storico che vanta anche un’area ortofrutticola. Insomma è un’area che ben si presta a un utilizzo a favore dell’ambiente. Ci siamo così detto: che fare per il futuro? Abbiamo deciso di mantenere quest’area a verde il più possibile, anche per il futuro dandola a un’ente che fosse eccellenza proprio in questo settore. Abbiamo donato tutto – ricorda Bombelli – ossia l’area dell’abitazione dell’area verde, dei capannoni e laboratori che saranno poi adibiti ad aule».
E la scelta è caduta sulla Fondazione Minoprio.
Cuore della fondazione è Villa Raimondi, a Vertemate, dal 1980, dove tutta la proprietà è stata acquisita dalla Regione Lombardia che la gestisce attraverso la Fondazione Minoprio.
Nella tenuta di Vertemate sono presenti il centro scolastico (con aule, laboratori, emeroteca, convitto, mensa, palestra e campi sportivi) e il centro agricolo (con serre, vivai, orti e 10 ettari di frutteto).
Attualmente, a San Vittore, sono praticamente già terminati i lavori al primo piano dell’abitazione che hanno riguardato la creazione di uffici. Il progetto va avanti a gonfie vele e, come detto, prevede anche la realizzazione di aule, spazi per gli studenti.
“Abbiamo ricevuto questo ottimo dono da parte della famiglia attraverso una donazione modale – affermano dalla Fondazione – che significa che tali beni devono essere utilizzati per uno scopo ben preciso, in questo caso andando a integrare e supportare le nostre attività che sono quelle di mantenimento del verde, cura dell’ambiente, servizi di formazione e avviamento al lavoro. I lavori proseguono, anche se poco visibili dall’esterno. Lavori che, alla fine, serviranno per tutta la comunità in quanto andranno a migliorare in vari modi la qualità della vita del territorio. E’ questo il caso in cui la generosità delle persone crea qualcosa di assolutamente positivo per i giovani e le nuove generazioni”.

Leggi anche:  Villa "satanica" in vendita a Fagnano Olona... e il web impazzisce

TORNA ALL’HOMEPAGE DI SETTEGIORNI.IT PER LE ALTRE NOTIZIE