Liceo Cavalleri di Parabiago, Città Metropolitana partecipa al bando regionale sui finanziamento alle scuole: ecco a cosa serviranno i fondi.

Liceo Cavalleri: la soddisfazione di Cucchi per i fondi

Dopo l’arrivo dei fondi per la messa a norma delle medie di Villastanza, per Parabiago arriva una nuova bella notizia.

Città Metropolitana ha infatti partecipato al “Bando per la raccolta del fabbisogno di interventi di edilizia scolastica 2018-2020” di Regione Lombardia. Il sindaco di Parabiago Raffele Cucchi si dice soddisfatto per l’iniziativa. Dichiara, infatti, il primo cittadino nonché consigliere metropolitano tra i banchi di minoranza: “I primi giorni di giungo avevo invitato il consigliere metropolitano delegato Maviglia a partecipare al bando regionale per recuperare fondi da destinare al completamento del liceo Cavalleri. Sono contento di sapere che abbia accolto il mio invito e fatto tesoro della documentazione inviatagli. Questi finanziamenti a fondo perso, se il progetto verrà approvato in graduatoria, serviranno a completare l’auditorium e le aule del liceo Cavalleri che da troppi anni aspetta un’azione concreta da parte di Città Metropolitana. La nostra attenzione in merito è sempre stata alta e non abbiamo mai mancato occasione per chiedere di completare gli interventi mettendo a disposizione anche risorse economiche comunali con la finalità di investire per i nostri giovani studenti”.

Soldi destinati al Cavalleri

 L’Amministrazione comunale ha accantonato, già a partire dall’anno 2003, la somma di 500.000 euro quale contributo per l’allestimento interno della sala dell’auditorium, cifra che si aggiungerebbe ai 6.703.000 euro di finanziamento chiesto alla Regione. La graduatoria dei progetti finanziati sarà ufficialmente resa pubblica il 2 agosto prossimo, data in cui si conoscerà il destino degli interventi presso il liceo Cavalleri.

Confidiamo molto in questo finanziamento che darebbe risposta a un bisogno importante del territorio – conclude Cucchi – L’investimento è sicuramente importante, ma adeguare l’edilizia scolastica degli Istituti superiori che offrono un’elevata qualità di formazione, come nel caso del Liceo Cavalleri, è indispensabile. Lo abbiamo sempre sostenuto perché una buona istruzione passa anche dalla disponibilità di aule adeguate laddove la domanda si fa sempre più elevata e spendere a favore dei nostri studenti, è un bene che ritorna alla comunità”.