Materiali di scarto diventano lampade grazie ai laboratori creativi con le elementari di Parabiago, Comune e Aemme Linea Ambiente.

Materiali di scarto: il progetto con le scuole

Cinque scuole, 11 classi, 273 alunni: sono i numeri del progetto “Differenzia di +” che, firmato da Aemme Linea Ambiente e giunto alla seconda edizione, quest’anno ha coinvolto i bambini delle scuole elementari parabiaghesi in circa 66 ore (6 ore per classe) di laboratorio creativo sul tema “Da cosa nasce cosa”. Il laboratorio ha educato i bambini alla cultura del riciclo, ponendo l’accento sul valore dei materiali di recupero. Recuperare un materiale per evitare di scartarlo è una buona pratica che contribuisce a ridurre l’impatto ambientale che i rifiuti producono.

Il lavoro in classe

L’idea è piaciuta e, dunque, i ragazzi si sono subito messi al lavoro con grande entusiasmo e sorprendente creatività. Le ore di laboratorio sono diventate non solo un’occasione per esprimere la loro “progettualità ecologica”, ma anche per provare un’esperienza di aggregazione diversa da quella che vivono quotidianamente, durante le ore di lezione in classe.

La giuria e le premiazioni

I loro lavori sono stati sottoposti al giudizio di una giuria che (composta dal vicesindaco, Adriana Nebuloni, dall’assessore all’Ecologia, Dario Quieti e da Grazia Giuri, referente di “Differenzia di +” per conto di Aemme Linea Ambiente), si è riunita mercoledì 30 maggio, decretando l’opera vincitrice. Il verdetto sarà, tuttavia, reso noto solo nel corso della cerimonia di premiazione, in programma per la giornata di giovedì 7 giugno alle 15 in piazza della Vittoria, nell’area antistante l’ingresso al municipio parabiaghese. Intanto le opere realizzate dagli alunni saranno in esposizione al primo piano (ingresso aula consiliare) del municipio, da lunedì 4 a martedì 19 giugno. Alla scuola vincitrice AemmeLinea Ambiente consegnerà un assegno del valore di 1.000 euro.