Maxi esercitazione, una maratona di tre giorni.

Maxi esercitazione, sul posto anche l’assessore regionale

Maxi esercitazione della Protezione Civile a Olgia Olona, dove si sono radunati diversi gruppi e altrettanti enti del territorio della provincia e non. In questi giorni sono state testate le modalità operative del Piano Comunale di emergenza per mettere alla prova tutti i gruppi su scenari di rischio idrogeologico, incidente stradale chimico e attacco terroristico, simulato nella tarda mattinata di ieri alla sagra del Gerbone, E sempre ieri è intervenuto l’assessore regionale alla Protezione Civile Pietro Foroni, fresco di nomina.

Il commento di Foroni

“Sono contento che il mio battesimo come assessore regionale alla Protezione Civile sia avvenuto in occasione di questa bellissima esercitazione, quasi unica nel panorama lombardo”. Cosi’ l’assessore regionale al Territorio e Protezione Civile Pietro Foroni ha commentato l’esercitazione di tre giorni organizzata dalla Protezione Civile di Olgiate Olona e da altre Associazioni quali UNUCI, Carabinieri  in congedo, Militari riservisti, Croce Rossa e in collaborazione con il Comune di Olgiate Olona e la Polizia Locale. “Grazie alla Legge Regionale 6/2015 di cui sono stato relatore – ha continuato l’assessore – l’esercitazione di oggi non ha coinvolto solo la Protezione Civile ma anche altre associazioni di volontari per la sicurezza, come quella dei Militari riservisti e dei Carabinieri in congedo. Si tratta di una forma di coordinamento importante per garantire i necessari soccorsi e il controllo delle situazioni negli interventi di emergenza”.”Oggi ho assistito a una chiarissima illustrazione della circolare ‘Gabrielli’ da parte del dottor Alberto De Carolis dell’UNUCI. Nel corso dell’esercitazione – ha proseguito l’assessore Foroni – e’ stato simulato un attentato durante una pubblica manifestazione, dove un camion oltrepassava le linee di sicurezza investendo alcune persone. Episodi che purtroppo sono realmente accaduti in varie parti d’Europa a causa del terrorismo islamico”. “Ritengo che il controllo, la prevenzione e la costante formazione dei preziosi volontari ai quali va tutto il mio ringraziamento, cosi’ come la rapidita’ di azione e di reazione – ha concluso l’assessore Foroni – siano elementi indispensabili per fare fronte alle emergenze, alle calamita’ naturali, ai soccorsi e alla sicurezza. Su questi aspetti si rivolgera’ da subito l’azione del mio assessorato”.