Blocco veicoli euro 4: dati critici sulla qualità dell’aria, quindi la Regione Lombardia ha deciso di attuare misure antismog.

Misure antismog: blocco veicoli euro 4

Da oggi, martedì 23 ottobre, sono attive le misure di limitazione temporanee “di primo livello” per il miglioramento della qualità dell’aria. L’informativa, decretata da Regione Lombardia, riguarda tutti i Comuni della Città Metropolitana con più di 30mila abitanti. A far scattare il provvedimento le concentrazioni elevate di polveri sottili registrate nei giorni scorsi. Infatti ci sono stati  4 giorni di superamento della soglia massima consentita di Pm10. Le limitazioni resteranno attive fino al secondo giorno consecutivo di abbassamento dei valori di PM 10. La prossima verifica sarà effettuata giovedì 25 ottobre.  Gli Euro 4 interessati dai divieti a Milano e hinterland sono 78mila.

Ecco i dettagli del blocco

Non potranno circolare i seguenti veicoli:

  • veicoli privati diesel fino a Euro 3 compreso: da lunedì a venerdì dalle 7.30 alle 19.30, sabato e domenica dalle 8.30 alle 18.30;
  • veicoli privati diesel Euro 4: tutti i giorni dalle 8.30 alle 18.30;
  • veicoli commerciali diesel fino a Euro 3 compreso: da lunedì a venerdì dalle 7.30 alle 19.30 e sabato e domenica dalle 8.30 alle 12.30.

I Comuni coinvolti

Il blocco della circolazione, con modalità e tempistiche spiegate in precedenza, riguarda i seguenti Comuni:

  • Abbiategrasso
  • Bollate
  • Cernusco sul Naviglio
  • Cinisello Balsamo
  • Cologno Monzese
  • Corsico
  • Legnano
  • Milano
  • Paderno Dugnano
  • Pioltello
  • Rho
  • Rozzano
  • San Donato
  • San Giuliano
  • Segrate
  • Sesto San Giovanni.
Leggi anche:  Possibili disagi viabilistici per l'abbattimento di un albero storico nel cortile della scuola

Come restare aggiornati

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito della Regione Lombardia all’indirizzo http://www.l15.regione.lombardia.it/#/accordo-aria. Qui saranno forniti aggiornamenti quotidiani sulle misure attivate, sui dati della qualità dell’aria, sui provvedimenti adottati e i Comuni coinvolti.

LEGGI ANCHE: Qualità dell’aria: ecco i dati dei Comuni milanesi e di Saronno

Legambiente si rivolge all’assessore Cattaneo

All’inizio dell’emergenza polveri sottili Legambiente Lombardia lancia l’ennesimo messaggio alla Regione. A prendere parola è il presidente Barabara Meggetto:

“Di fronte all’enorme problema dell’inquinamento dell’aria che colpisce i lombardi, l’assessore Cattaneo non trova di meglio che parlare di flessibilità a favore della circolazione di mezzi inquinanti. Servono ben altri provvedimenti per evitare continue emissioni in atmosfera: la politica smetta di giocare con le deroghe. Aspettiamo da anni misure strutturali forti che abbiano come obiettivo vietare progressivamente la circolazione a tutti i diesel, incentivarne la sostituzione grazie a contributi economici, liberare traffico dalle strade con un piano massiccio di intervento sul trasporto pubblico. Tutto questo è possibile solo con la regia e la guida della Regione perchè l’emergenza smog non si ferma al confine di due enti locali”.