No di sindaci e cittadini alla chiusura del Pronto Soccorso

Il NO di sindaci e cittadini alla chiusura del Pronto Soccorso

I sindaci del territorio davanti al pirellone insieme a circa 200 cittadini dell’abbiatense, nella giornata di martedì 7 maggio, per manifestare in difesa dell’ospedale Cantù di abbiategrasso.

“La prima cosa è la riapertura del pronto soccorso di notte, ma tutto l’ospedale va valorizzato. No al depotenziamento” questo è quanto chiede l’abbiatense al consiglio regionale che stamattina discute una mozione proposta dal consigliere cinque stelle Mammì per la riapertura del pronto soccorso notturno.

Non è neppura esclusa, al momento, la chiusura del presidio ospedaliero, data la mancanza dei requisiti minimi previsti dalla Dm70, quantificati nella misura di 20mila accessi annui.

Più volte le associazioni in difesa dell’ospedale hanno sottolineato il fatto che l’abbassamento del numero di accessi è stato anche conseguenza di una precisa scelta politica e della riorganizzazione dei presidi ospedalieri che hanno preferito incentrare le forze su altri poli, riducendo, di fatto, il nosocomio abbiatense a un distaccamento dell’ospedale magentino con una mera funzione ambulatoriale.

Gli appelli dei cittadini

Dagli appelli di cittadini e associazioni locali emerge una situazione totalmente diversa, in cui si evidenzia il fatto che il Pronto Soccorso del Cantù di Abbiategrasso ha una potenziale utenza di 80 mila abitanti e copre una superficie di 200 kilometri ed eroga prestazioni assistenziali di importanza fondamentale, la cui improvvisa sospensione potrebbe provocare un grave nocumento alla comunità locale.

Leggi anche:  Ministero della salute segnala il richiamo bottiglie gasatore Sodastar: pericolo di lesioni

Il sindaco in piazza con i cittadini

“Oggi è il primo passo ma la strada è ancora lunga. Tutte le forze di Abbiategrasso e dell’abbiatense sono unite per lo stesso obiettivo che è la difesa del nostro ospedale. Una risorsa importantissima per il territorio” ha affermato il sindaco di abbiategrasso Cesare Nai.
Grande successo per l’iniziativa cittadina. Nel corso della manifestazione arriva l’invito del presidente del consiglio ai sindaci, che sono stati ricevuti. La promessa è quella di portare avanti la causa del Cantù.