Odori molesti a Casorezzo, ora il consigliere regionale della Lega scrive ad Arpa Lombardia.

Odori molesti: la lettera ad Arpa

“La situazione si sta protraendo da troppo tempo e con l’estate ha raggiunto livelli che non possono più essere tollerati”, queste le parle di Simone Giudici, consigliere regionale del Carroccio sul problema dei miasmi a Casorezzo. Nella giornata odierna, lunedì 1 luglio 2019, l’esponente della Lega ha provveduto ad inviare una lettera ad Arpa Lombardia sul tema.

“Le lamentele non possono cadere nel vuoto”

 “Le lamentele della cittadinanza – prosegue Simone Giudici – che da mesi denuncia la presenza di odori molesti, non possono cadere nel vuoto. Nello specifico parrebbe si tratti di plastica bruciata, forse con roghi notturni e l’amministrazione ha ravvisato difficoltà nell’individuare il luogo preciso da cui provengono i miasmi. Per questa ragione ho deciso di attivarmi presso Arpa Lombardia segnalando la situazione con una lettera e invitando l’ente a porre in essere controlli straordinari per il monitoraggio del territorio”.

Leggi anche:  Vigili del Fuoco a Tradate: schermaglie Pd-Lega

“Capire se sono odori dannosi per la salute”

“Anzitutto – puntualizza Giudici – è fondamentale capire se questi odori possano essere o meno dannosi per la salute. In secondo luogo occorre rintracciarne le cause ed, eventualmente, punire i responsabili nel caso si trattasse di attività di tipo illecito, che arrecano danni all’ambiente. In ogni caso è urgente trovare una soluzione definitiva per porre fine a questo pesante disagio per i cittadini di Casorezzo”.

LEGGI ANCHE: Incendio distrugge fienile della cascina Pierida di Casorezzo