Il pasticcere venegonese ha superato con una creazione dedicata alla figlia Angelica la fase europea del concorso internazionale Patissiers dans le Monde.

Le dolci creazioni di Pisano conquistano Padova

La “rockstar del dolce” Davide Pisano è tornata a mettersi alla prova in un concorso di pasticceria, dopo il terzo posto al The Ultimate Chococake Award nel 2016. Questa volta, la manifestazione è assimilabile a una vera e propria olimpiade della pasticceria, il “Patissiers dans le Monde” nato 9 anni fa dalla volontà dei migliori pasticceri francesi. Lo chef del dolce venegonese ha brillantemente superato la fase europea del concorso, tenutasi a Padova il 18 luglio nella scuola di pasticceria Hangar-78 della Silikomark.

Sul podio con la torta dedicata alla figlia

Cosa c’è di più dolce dell’amore? Al Chococake Pisano aveva partecipato con una torta dedicata alla moglie Erika, e al Patissiers dans le Monde ha portato una creazione dedicata invece alla figlia. La richiesta fatta ai concorrenti poteva sembrare semplice: un dolce a base di pasta frolla sablèe da destinare a una festa di compleanno di bambini. L’arte però è fatta di fantasia e sfida. La creazione di Pisano ha voluto richiamare uno scrigno musicale con ballerine danzanti: fondo in pasta frolla sablèe al pistacchio, cuore cremoso al cioccolato al latte del Madagascar con mango e lime, copertura in gelèe al mandarino, mousse alla vaniglia del Madagascar con ganache al cioccolato bianco, mango, lime e vaniglia e infine glassa rosa. Il tutto arricchito da minuziose decorazioni in zucchero e cioccolato. “Ho visto pasticceri di altissimo livello creare dolci fenomenali – ricorda Pisano – ma dimenticando il tema molto chiaro della competizione: la torta doveva essere destinata a dei bambini, si doveva quindi rispettare i gusti di un palato molto giovane”.

Leggi anche:  Partecipa al sondaggio

Appuntamento finale in Francia

Superata la fase europea, ora lo sguardo va alla finale in Francia il 19 novembre. Lì Pisano dovrà confrontarsi con gli altri tre finalisti della selezione europea (tutti italiani), tre francesi e uno statunitense. Sotto con lo studio quindi, senza dimenticare il lavoro nel laboratorio di Venegono Superiore. E un secondo progetto, il ritorno nelle librerie con un secondo libro edito da Italian Gourmet, che Piano anticipa “sarà tutto dedicato al salato”.

Il servizio completo su La Settimana di Saronno di venerdì 3 agosto.

TORNA ALLA HOME E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE