Tutti in piazza per vedere l’ospedale all’opera da vicino. I test saranno solo dimostrativi e serviranno a promuovere corretti stili di vita tra la cittadinanza, ma sarà comunque un’occasione per conoscere medici, infermieri e nuove tecniche diagnostiche che ogni giorno vengono messe in pratica all’ospedale Fornaroli di Magenta.«Ospedale in piazza», l’iniziativa clou del mese della salute, andrà in scena il 12 ottobre. Una fitta programmazione, concertata tra Comune e ospedale di Magenta, sotto la regia dell’assessore al Welfare Patrizia Morani e della direttrice medica del presidio Enrica Massimo e con la «benedizione» del sindaco Chiara Calati, della Fondazione ospedali e del direttore generale di Asst Ovest Milanese Fulvio Odinolfi.

Ospedale in piazza per insegnare il… vivere sano

«Da una settimana a un mese intero dedicato alla salute, quello di ottobre – ha spiegato la prima cittadina -, l’obiettivo è avvicinare l’ospedale ai cittadini. Una partecipazione corale, davvero, in un’ottica di servizio e sinergia tra istituzioni, che vuol generare maggiore consapevolezza in un’ottica di prevenzione quotidiana. Anch’io effettuerò alcuni test». Soddisfazione per il direttore generale Odinolfi, al suo primo «ospedale in piazza» magentino, che plaude alla grande disponibilità del personale medico ed infermieristico. Deve essere un momento di festa ma coi contenuti tecnici esatti dal punto di vista clinico ed informativo. Insomma, controlli seri in un contesto meno formale».

I test dimostrativi

La dottoressa Massimo ha illustrato con grande entusiasmo il programma del 12 ottobre: «L’ospedale scenderà in piazza quasi al completo, in tutte le sue specialità principali, le unità operative e i servizi di analisi e cura, oltre che quelli di supporto». Dalle esenzioni per il reddito, alle credenziali per l’accesso online, al supporto legale per l’amministrazione di sostegno: nulla sarà trascurato. Saranno promossi stili di vita sani, a partire dall’alimentazione e dalla pratica sportiva, si potranno effettuare diversi test medici e clinici, ci saranno dimostrazioni di Tai Chi, disostruzione e rianimazione pediatrica, allattamento, prove cognitive e fisiche, riabilitative. Tra le novità l’ecografia al cuore e agli arti inferiori e un microscopio per vedere organi sani o sotto l’effetto di sostante come droghe e alcol. Ce ne sarà per tutte le età, da quella pediatrica a quella avanzata.

Leggi anche:  La Prociv di Magenta compie 20 anni: la festa

Gli appuntamenti della salute

Sabato 12, dalle 10 alle 18, stili di vita corretti in vetrina in piazza Liberazione: alle 16 momento ufficiale con l’assessore regionale Giulio Gallera. Il 10, 17 e 24 ottobre, incontri di approfondimento in sala consiliare, alle 20,45: si comincia con la pediatra Marta Bellini che parlerà della salute dei più piccoli, quindi il ginecologo Pietro Barbacinitratterà le patologie femminili dopo l’età fertile, mentre l’urologo Alberto Tagliabue tratterà le criticità per gli over 60. Il 29 ottobre, campagna di prevenzione dell’ictus cerebrale. Si chiude venerdì 25 ottobre alle 21 con uno spettacolo benefico al Lirico volto a raccogliere fondi per l’acquisto di un macchinario nel reparto di Pediatria del Fornaroli.

Leggi anche:

“Salute in piazza” San Magno: l’Ospedale incontra i cittadini