Venti Comuni si sono riuniti oggi a Magenta per rinnovare il Patto locale per la Sicurezza.

Patto per la Sicurezza, altri tre anni insieme

E’ stato rinnovato oggi a Magenta il Patto locale per la Sicurezza che, a otto anni di distanza dalla sua inaugurazione, è cresciuto fino a coinvolgere 20 Comuni. Presente, insieme ai sindaci, anche l’assessore regionale alla Sicurezza Riccardo De Corato. Hanno aderito al Patto i Comuni di Magenta, Corbetta, Marcallo con Casone, Mesero, Boffalora sopra Ticino, Bernate Ticino, Santo Stefano Ticino, Abbiategrasso, Robecco sul Naviglio, Albairate, Cassinetta di Lugagnano, Ozzero, Cisliano, Arluno, Vittuone, Sedriano, Bareggio, Cornaredo, Settimo Milanese, Pregnana Milanese, per un totale di 255,82 chilometri quadrati.

patto per la sicurezza locale magenta

“Modello virtuoso”

Quello rinnovato è, ha dichiarato De Corato, “un modello virtuoso che auspico si diffonda tra i Comuni lombardi. Come Regione riteniamo che la sicurezza non abbia confini, questo è un esempio più unico che raro di ottimizzazione delle risorse umane che, attraverso l’unione di più Comuni e un’organizzazione efficiente, riesce a dare risposte concrete ai cittadini”.

Leggi anche:  Abbandono rifiuti: la questione si ripropone

LEGGI ANCHE: Magenta capitale di ricerca e soccorso