Piscina, il rischio è stato annunciato durante l’ultima seduta del Consiglio comunale di Cerro Maggiore prima delle feste natalizie.

Piscina, maxi esborso possibile per il Comune di Cerro Maggiore

La notizia è stata data nel corso dell’ultimo Consiglio comunale. L’annuncio è arrivato per voce dell’assessore al Bilancio Matteo Bocca. Il Comune potrebbe mettere mano al portafoglio in merito alla vicenda che vede al centro la piscina di via Boccaccio. Il motivo? La società Nam (Nuoto Alto Milanese) è inadempiente verso l’istituto del Credito sportivo. Quest’ultimo ente si è fatto sentire, nei giorni scorsi, proprio con l’Amministrazione comunale, che è garante della società.

Le mosse del Comune

Così come affermato dall’assessore, l’Amministrazione è concentrata sulla questione per arrivare, al più presto, a una soluzione. Sono stati infatti presi contatti col Credito sportivo, chiedendo a Nam di sborsare quanto dovuto. Il Comune ha versato 30mila euro come primo passo per voler concludere la questione.

Leggi anche:  Sciopero generale del 25 ottobre: rischio caos trasporti, uffici pubblici e scuole

LEGGI ANCHE: Cerro, Lazzati e Mantellina: “Ecco i regali della giunta Berra-Provini”