Nel mese di febbraio si è svolto  il concorso per l’assunzione di nuovi Agenti di Polizia Locale, per i Comuni di Abbiategrasso e Cornaredo. Al concorso erano iscritti più di cento candidati, di cui circa la metà si è effettivamente presentata alle prove, gestite e coordinate dal Segretario Generale di Abbiategrasso e dai Comandanti delle rispettive Polizie Locali.

Nuovi test per gli agenti di Polizia locale

In ragione della delicatezza delle funzioni svolte dagli operatori di Polizia Locale, oltre alle  prove scritte ed orali tradizionali, tese a verificare la cultura generale  e le capacità dei candidati, in relazione ai compiti da svolgere, i Sindaci e le Amministrazioni dei due Comuni, hanno deciso di far applicare, in aggiunta, una nuova metodologia, atta a verificare anche le caratteristiche psico-attitudinali dei partecipanti.

Questa metodologia ha visto i concorrenti impegnati in un assesment di gruppo, con la finalità di verificare, ad esempio, gli aspetti relazionali, come le capacità di fare squadra, di gestire i conflitti, di esercitare le logiche del pensiero positivo oppure elementi quali la stabilità emotiva, la capacità di gestire lo stress, l’accettazione e l’apertura verso la diversità.

Leggi anche:  Zanzare: parte la disinfestazione a Pogliano

Un metodo apprezzato

I candidati, guidati da due psicologhe hanno apprezzato molto questo tipo di prova, percependola utile anche per loro stessi, al fine di una migliore conoscenza delle loro personali caratteristiche, dei loro punti di forza e delle aree di possibile miglioramento.

Al termine del progetto, il Sindaco di Abbiategrasso ha espresso la piena soddisfazione per le modalità di svolgimento e per l’impegno dei candidati e dei commissari che hanno curato il concorso.