“Protect our home”: il progetto per diffondere cultura e buone pratiche legate a sostenibilità, ambiente e decoro urbano sbarca ad Abbiategrasso grazie a due giovani attiviste.

“Protect our home” arriva ad Abbiategrasso

Dalle parole ai fatti, per avviare un cambiamento che parte dalla propria realtà quotidiana con il grande obiettivo di generare con l’esempio un’onda in grado di incidere su una dimensione più ampia. E’ questo il motivo che ha portato due giovani abbiatensi, Federica Scotti e Penelope Pezzotta, ad avviare anche qui il progetto «Protect our home», recentemente lanciato con successo ad Asti e che si sta già diffondendo in altre città italiane come Torino, Biella, Udine, Palermo. Il tema è di grande attualità: si parla di ambiente e di futuro del nostro pianeta, di pratiche e modelli culturali da superare e contrastare perchè nocivi ed inquinanti, e di buoni esempi da diffondere. Mantenendo tuttavia una prospettiva prettamente locale. Si parte, insomma, con l’idea di provare a migliorare almeno la piccola parte di mondo in cui si vive ogni giorno.

«Il mio interesse – spiega Penelope – è nato durante l’allestimento di un saggio per la scuola di danza di Bergamo di cui ero insegnante. Avevamo scelto di incentrarlo sul mare, parlando anche di inquinamento. E’ così che, documentandomi, mi sono imbattuta in “Protect our home”». L’interesse attorno al tema ed al progetto si sono poi concretizzati in qualcosa di più dall’incontro con Federica, a sua volta da tempo coinvolta da queste tematiche. Le due abbiatensi hanno così preso contatto con la «casa madre» di Asti, importando il format anche ad Abbiategrasso. I primi passi per farsi conoscere stanno avvenendo anche sui social (su facebook «Protect our home Abbiategrasso», su Instagram @protectourhome.abb), da dove Federica e Penelope diffondono post, link e card incentrati su «best practice», curiosità e notizie tematiche.

Leggi anche:  Un chilo e mezzo di marijuana, arrestato ad Abbiategrasso FOTO

Parallelamente, come già avviene nelle altre città coinvolte, è previsto un programma di raccolta di rifiuti per dare più pulizia e decoro ad Abbiategrasso: il primo appuntamento, con un invito naturalmente aperto a tutti, è – meteo permettendo – per domenica 17 novembre alle 10 in viale Serafino dell’Uomo, di fronte al Carrefour. «Non ci interessano gli estremismi e siamo consapevoli che un percorso verso una piena ecosostenibilità è complesso ed ha dei costi – spiegano Penelope e Federica -, ma vogliamo cominciare mettendo in campo alcune piccole buone pratiche. Perchè anche ad Abbiategrasso, dove pure già esiste nei confronti di questi temi una certa vocazione da preservare e coltivare, riscontriamo tuttavia in molti una forma mentale di chiusura, disinteresse ed inerzia. E vogliamo provare a cambiarla». TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE