Quattromila nuotatori senza piscina dopo la chiusura per motivi di sicurezza dell’impianto natatorio di Legnano.

Quattromila nuotatori penalizzati

Sono quasi 4mila gli utenti della piscina comunale di viale Gorizia (nella foto di copertina, scattata lo scorso aprile in occasione del 13° Trofeo Master Città di Legnano) che da sabato 16 novembre si trovano senza un luogo dove poter nuotare. Sebbene Amga sport, gestore dell’impianto, abbia assicurato il massimo impegno per elaborare soluzioni alternative alla chiusura al fine di limitare il più possibile il disservizio, non c’è alcuna certezza sulla durata dei lavori. Oltre alle 1.900 persone che frequentano le vasche per praticate il nuoto libero, se ne contano circa 2mila iscritte ai corsi. Per queste ultime, in particolare, c’è anche il tema dell’eventuale rimborso delle lezioni già pagate.

Rari Nantes al lavoro per dare continuità agli allenamenti

Fortemente penalizzate infine le società sportive, prima tra tutte la Rari Nantes che, a 36 ore dal via, ha dovuto annullare lo storico Trofeo sprint in calendario per oggi, domenica 17 novembre, e che ora è al lavoro per cercare nuove sedi di allenamento per i suoi oltre 200 atleti.
“Le ultime ore sono state le più concitate degli ultimi anni per la Rari Nantes Legnano – scrive la società in un comunicato -, che a causa della chiusura dell’impianto natatorio da parte dell’Amministrazione comunale per criticità riscontrate sulla struttura si è vista annullare il 23° Trofeo Sprint internazionale a 36 ore dalla partenza e l’accesso in vasca per le prossime settimane per oltre 240 atleti dei settori nuoto, sincronizzato, pallanuoto e master. Da ore la società sta lavorando per sistemare gli atleti e dare continuità agli allenamenti sostenuti con sacrificio da settembre! Ringraziamo tutti coloro che ci hanno offerto il loro aiuto e solidarietà! Lo sport è anche questo! Comprendiamo il disagio delle famiglie, entro domani pomeriggio (oggi, ndr) invieremo a tutti i nostri atleti della sede di Legnano un piano provvisorio delle attività”. La Rari Nantes chiude infine citando una frase di Rita Levi Montalcini: “Non temete i momenti difficili. Il meglio viene da lì”.

Leggi anche:  Sciopero dei treni il 15 dicembre: nessuna fascia di garanzia

 

TORNA ALLA HOME PAGE E LEGGI TUTTE LE NOTIZIE