Rifugio per senzatetto a Saronno, la politica si divide.

Rifugio per senzatetto, pareri discordi

La politica di divide. Al centro della questione c’è il nuovo rifugio per senzatetto avviato dall’Amministrazione comunale per venire incontro a quanti si trovano senza un posto dove poter stare, soprattutto in queste notti di freddo e gelo. Una soluzione temporanea, appunto, per quanti si trovano in stato di necessità.

Parla l’ex assessore

“E’ un’iniziativa – afferma l’ex assessore e ora consigliere indipendente di minoranza Francesco Banfi – che potrebbe conquistarsi un plauso unanime se non che mi lascia perplesso il fatto che gli esseri umani non saronnesi che si trovassero a Saronno non avrebbero diritto a ottenere un aiuto emergenziale. L’aiuto non è cercato, ma pare piuttosto imposto in modo coercitivo attraverso la Polizia locale e ‘solo nelle notti più fredde’: chissà quale sarà il parametro oggettivo per definire una temperatura ‘più fredda’. Se sono un bene la solerzia e il senso del dovere degli uffici comunali che hanno predisposto il tutto, non riesco a intravedere lo stesso bene nella forma che l’Amministrazione comunale avrebbe deciso”.

La posizione di FdI

“Accogliamo con un grande plauso – afferma il referente cittadino di Fratelli d’Italia Ernesto Credendino – la scelta di mettere a disposizione dei senzatetto saronnesi un rifugio accogliente, caldo e confortevole. Scelta e decisione fortemente voluta, condivisa e concordata tra il nostro assessore ai Servizi sociali Gian Angelo Tosi e il sindaco Alessandro Fagioli. Non si comprendono oggi e sorprendono, alcune uscite e commenti negativi da parte di personaggi che una volta all’opposizione dimenticano tutte quelle iniziative e richieste che venivano avanzate quando facevano parte della maggioranza e in quel periodo era uno all’interno della giunta che richiedeva un tale intervento soprattutto nel periodo invernale. Ah dimenticavo, siamo in Italia dove, se si è in maggioranza, tutto ciò che fa l’Amministrazione sono rose e fiori e se si è all’opposizione la stessa cosa che prima andava bene è nera e negativa. Cosa dovrebbe fare l’Amministrazione saronnese se non dare conforto e soccorso ai senzatetto presenti sul proprio territorio, dando mandato agli agenti di Polizia municipale di Saronno di soccorrere, individuare e accompagnare nel nuovo spazio quanti trovati all’interno del territorio comunale? Ricordo a Banfi – prosegue l’esponente di FdI – che l’Amministrazione saronnese non può e non deve andare a individuare e soccorrere chi non ha un tetto fuori dal proprio territorio. La scelta è stata fatta a favori di quelli saronnesi e, diversamente, non poteva essere fatto. Oggi l’Amministrazione va oltre ogni possibile critica verso una scelta umanitaria e senza alcun costo per la collettività, che deve essere accolta da tutti indistintamente con favore e per questo motivo FdI ringrazia per la scelta e il progetto il proprio assessore Tosi”.

Leggi anche:  Esselunga attiva 3 progetti per assumere neodiplomati

Leggi anche
Nuovo rifugio per senzatetto a Saronno FOTO

TORNA ALL’HOMEPAGE DI SETTEGIORNI PER LE ALTRE NOTIZIE