Sagra di Sant’Antonio: il gruppo “Centopercentoanimalisti” risponde a Luciano Silighini ed elenca i primi successi ottenuto grazie al presidio di domenica scorsa durante lo storico evento di Saronno.

Sagra di Sant’Antonio: “Grazie a noi si muove qualcosa”

 “Siamo d’accordo con la maggior parte di quanto dichiara Luciano Silighini, già candidato sindaco a Saronno, riguardo la sagra di sant’Antonio e il trattamento riservato agli Animali. Si può mantenere una tradizione senza tormentare gli Animali, tanto più che sarebbe la festa del loro patrono. Apprezziamo inoltre la sua posizione sulla caccia, sugli allevamenti e sul mangiare carne, che coincide con la nostra”, commentano i militanti, sottolineando però: “Non siamo d’accordo, ovviamente, sulle critiche al nostro modo di operare come associazione. Facciamo notare che, proprio grazie al nostro presidio e ai blitz che lo hanno preceduto, qualcosa si sta muovendo anche a Saronno. Le nostre azioni in passato hanno cancellato eventi vergognosi come quelli di Tonco, Scardevara e Stigliano, oltre a sagre nelle quali erano vittime Maiali e Rane”. E infine: “Il nostro modo di agire può sembrare sgradevole o poco ortodosso, ma a noi interessa solo il benessere e la difesa degli Animali. Quando, in nome di presunte tradizioni, la gente non arriva da sé a sviluppare un livello di coscienza ed empatia che la faccia uscire da certi schemi retrogradi, è necessario svegliarla anche a scapito delle buone maniere. Continueremo ad agire in questo senso anche a Saronno, finché gli Animali non avranno il dovuto rispetto”.

TORNA ALLA HOMEPAGE E LEGGI ALTRE NOTIZIE