Sabato 23 Marzo al centro sportivo Angelo Moratti di Ossona,  terzo meeting regionale Special Olympics Lombardia di calcio unificato, con in campo, contemporaneamente, tre atleti con disabilità e due non.

Sei società in campo

Sei le società presenti , divise in più compagini e su due livelli in base al grado di abilità: oltre ai padroni di casa dell’ AC Ossona , i Tukiki di Milano , i Quadrifogli di Vigevano , i No Limits di Lodi , l’ ASD Silvia Tremolada di Monza e il Vismara di Milano.

Terzo meetin regionale

Un apprezzato “Terzo tempo” con abbondante pranzo tutti insieme ha suggellato una giornata di sport e integrazione dove il calcio è diventato uno strumento fondamentale per abbattere le barriere. “Giocare a calcio è il desiderio di ogni bambino , la passione di molti adulti e purtroppo ancora il sogno per molti ragazzi diversamente abili. Un sogno che si avvicina poi alla pura utopia immaginare atleti con e senza disabilità giocare insieme , divertirsi e allo stesso tempo crescere e non solo da un punto di vista sportivo . Eppure tutto ciò è possibile , eppure da molti anni Special Olympics propone attività unificate : atleti con e senza disabilità che condividono emozioni ed esperienze fuori e dentro il terreno di gioco , giovani e meno giovani che “prendendosi per mano” percorrono un cammino dove è difficile distinguere chi dona da chi riceve. Ragazze e ragazzi che si allenano insieme , che soffrono insieme per una sconfitta , che si esaltano insieme per una vittoria , che nei momenti di difficoltà si aiutano reciprocamente”, commentano dalla società.