Treno salta fermata: nuova “prodezza” di Trenitalia. Il Regionale Fast delle 7,56 da Vercelli non si è fermato a Rho Fiera.

Treno salta fermata: nuova “prodezza” di Trenitalia

Il Coordinamento Pendolari Vercelli – Novara – Milano marca stretto Trenitalia e denuncia l’ennesimo disservizio nella mattinata di martedì 10 luglio un Regionale Veloce Fast non si è fermato a Rho Fiera, creando notevoli disagi a chi lavora nell’area e, mentre già si preparava a scendere, ha invece avuto l’amara sorpresa.

Inoltre nei primi sei mesi del 2018 chi usa abitualmente la linea ferroviaria Torino-Milano ha perso ben 2,26 giorni di vita per ritardi cronici.

Ecco i dettagli nella lettera come sempre inviata all’assessore regionale ai Trasporti Balocco.

Un danno pazzesco

“La presente per segnalare un nuovo e grave disservizio gentilmente offerto da Trenitalia. Il Regionale Veloce Fast 2105 dell ore 7:56 da Vercelli, oggi ha saltato la fermata di Rho Fiera. Per rimediare all’errore il treno è stato fatto fermare a Milano Certosa, ma ormai il danno ai pendolari era stato fatto.

Quest’ultimo episodio si va ad aggiungere alla lunga lista di quanto successo in questa prima metà del 2018. E’ sempre più evidente che Trenitalia, nonostante i buoni propositi, non sia in grado di porre minimamente rimedio ad una situazione a dir poco incancrenita.

Leggi anche:  Gruppo CAP: al via le selezioni per assumere 8 figure operative

Situazione ritardi stabile se non peggiorata

Come di consueto Le inviamo i numeri raccolti a Giugno: sul fronte dei ritardi la situazione è sempre la stessa se non, addirittura, peggiorata.

Totale viaggi monitorati: 80
Biglietti controllati: 12 viaggi (15,0%)
Viaggi in orario: 10 (15,5%)
Corse con ritardo inferiore a 5′: 19 (23,8%)
Viaggi con ritardo uguale o superiore a 5′: 51 (63,8%)
Totale minuti di ritardo nel mese: 675 (11,25 Ore)

Persi oltre due giorni di vita…

Dato che metà 2018 è trascorso, siamo in gradi di fare un bilancio dei primi sei mesi ed i numeri dei ritardi accumulati sono impietosi;

Gennaio 456′
Febbraio 457′
Marzo 329′
Aprile 464′
Maggio 830′
Giugno 675′

Totale 3211′ = 53,5 ore = 2,22 Giorni

In 6 mesi Trenitalia ci ha fatto perdere quasi due giorni e mezzo della nostra vita, ogni ulteriore commento è superfluo”.