“Chi usa solo il treno non subirà aumenti, con integrazione risparmi per gran parte dei pendolari”. Questa la risposta dell’assessore Terzi al volantinaggio e alla petizione che il Movimento 5 Stelle Lombardia ha messo in atto questa mattina, lunedì 16 settembre, fuori dalla stazione di Lambrate perché non d’accordo con l’aumento dei biglietti di Trenord.

CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO SU “Aumenti Trenord: il M5S non ci sta”

Trenord, l’assessore Terzi: “Chi usa solo il treno non subirà aumenti”

“La tariffazione integrata porterà risparmi e benefici per la grande maggioranza dei pendolari del Milanese e del Monzese, dove il nuovo sistema entrerà in vigore il primo di ottobre. Chi utilizza solo il treno non avrà comunque nulla da temere. Saranno messe in campo compensazioni che, di fatto, scongiureranno l’aumento degli abbonamenti per i viaggiatori ‘monomodali'”.

Lo precisa l’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi.

“La Regione – continua – è intervenuta dando un mandato a Trenord in questo senso: prima con un’indicazione nella delibera di Giunta approvata a luglio, poi con una lettera di inizio settembre ai vertici della società. I meccanismi compensativi, che Trenord renderà noto nei prossimi giorni, andranno a coprire integralmente i rincari per i pendolari che continueranno a utilizzare solo il treno non usufruendo quindi dei notevoli vantaggi garantiti dall’integrazione tariffaria. Se non ci saranno aumenti e se il sistema del trasporto sarà ottimizzato, è perché la Regione ha lavorato per tutelare i viaggiatori”.