Attualità regionale18 Ottobre 2018

Vibrione del colera nelle cozze

Mai mangiarle crude.

Vibrione del colera nelle cozze: il sistema di allerta europeo rapido per la sicurezza alimentare, ha lanciato l’allerta per la possibile presenza dei pericolosi batteri.

Vibrione del colera nelle cozze

Cozze vive contaminate da Vibrio alginolyticus e Vibrio cholerae, che sarebbero state già immesse sull’intero mercato nazionale. E’ delle ultime ore la notizia di una nuova allerta alimentare che, questa volta, non riguarda i temibili batteri Escherichia Coli o la Salmonella. Non si conoscono i lotti con cozze vive contaminate anche perché riguardano non solo la Grande distribuzione ma pescherie e mercati.

L’allerta del Ministero della Sanità

Ad allertare le autorità sanitarie dei diversi Paesi europei ed esteri circa la presenza del Vibrione del Colera è stato il Ministero della Sanità di Malta che ha prontamente avvisato le autorità sanitarie della UE. Rasff, il sistema di allerta rapido dell’Unione Europea, invita tutti a prestare la massima attenzione e a non consumare le cozze vive senza prima sottoporle al controllo dal Servizio igiene degli alimenti e nutrizione della Asl locale.

Leggi anche:  Premio bontà: i Cavalieri d’Italia sostengono il volontariato

Sempre bene evitare di mangiare cozze crude

Le cozze sono organismi “filtratori”, cioè filtrano tutto ciò che è contenuto nei mari nei quali vivono. Lo Sportello dei diritti ricorda che se provengono da acque non perfettamente pulite, possono essere fonte di contaminazione batterica. Per questo motivo sarebbe sempre meglio evitare di mangiarle crude, sia a casa sia al ristorante dove spesso vengono servite sotto forma di “Crudités”. Solo con l’abbattimento (che non sappiamo se è stato fatto accuratamente) e la cottura i batteri vengono inibiti e si evitano spiacevoli disturbi intestinali.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Settegiorni e Settimana Eventi & News!

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Settegiorni e La Settimana: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE