Dal  9 maggio è possibile effettuare all’Ospedale di Abbiategrasso le visite senologiche in un nuovo ambulatorio dedicato. Il punto di forza di questo nuovo servizio dedicato alle donne è la compresenza, nel corso del consulto diagnostico, di un chirurgo senologo e di un oncologo grazie alla collaborazione tra i chirurghi della U.O. di Chirurgia generale e gli oncologi della U.O. di Oncologia dell’Ospedale di Magenta.

Gli obiettivi delle visite senologiche

L’obiettivo è potenziare l’attività di prevenzione e diagnosi precoce di una patologia importante come il tumore della mammella; rendere più veloce la presa in carico delle pazienti che hanno un dubbio o una diagnosi già accertata di neoplasia al seno;effettuare visite congiunte tra chirurgo e oncologo, già all’inizio dell’iter diagnostico e terapeutico della patologia mammaria: questo permette di indirizzare le pazienti da subito alla migliore terapia possibile.

Verso la breast unit

Il nuovo servizio è un’ulteriore porta di ingresso alla breast unit, già attiva nella Asst Ovets Milano da circa 3 anni. Grande  l’impegno di professionisti esperti nella cura e nella diagnosi dei tumori della mammella che, attraverso incontri multidisciplinari, discutono tutti i casi diagnosticati per attivare alle pazienti la migliore terapia possibile e la più elevata possibilità di guarigione: il radiologo, l’anatomo-patologo, il chirurgo, l’oncologo, l’infermiere, lo psicologo, il radioterapista, il fisiatra e il medico delle cure palliative , ognuno per la propria competenza, tutti in campo per raggiungere l’obiettivo.

Leggi anche:  I titolari del bar della vincita milionaria a Lodi ora sono "perseguitati"

L’agenda

Il nuovo ambulatorio di Abbiategrasso offerto ai cittadini, nasce nell’ottica di ampliamento delle attività presso il “Cantù”, ed è attivo tutti i giovedì pomeriggio, dalle  14.30 alle  16. Gli appuntamenti per le visite possono essere fissati, fin d’ora, presso il CUP degli Ospedali di Magenta e Abbiategrasso, mediante impegnativa del medico curante che riporti l’indicazione di “visita senologica”.