Che cosa s’intende con insufflaggio di cellulosa? E’ il momento opportuno per prendere in considerazione un investimento per la riqualificazione degli immobili di proprietà. Grazie alle agevolazioni fiscali in essere l’intervento di ristrutturazione con eventuale riqualificazione energetica è straordinariamente interessante: lo Stato, infatti, permette al contribuente di recuperare almeno la metà del denaro investito attraverso la detrazione fiscale sull’Irpef spalmata in dieci anni. Il che significa, per essere chiari, che è possibile portare a termine interventi edilizi sull’esistente risparmiando il 50% in caso di semplice ristrutturazione e il 65% in caso di riqualificazione energetica.

Insufflaggio di cellulosa

Ma da dove partire per riqualificare in modo efficace e meno oneroso la propria abitazione? Le possibilità sono molteplici. Esistono, tra le altre, modalità di intervento che permettono di ottenere un consistente miglioramento dell’efficienza energetica. Tra queste, per esempio, l’insufflaggio di cellulosa nelle eventuali camere d’aria presenti nelle pareti perimetrali. Questa operazione si effettua molto velocemente ed è altamente efficace, portata a termine con un materiale 100% naturale. Se poi, è possibile ridurne il costo del 65% grazie ai benefici fiscali, allora è senz’altro auspicabile.

Leggi anche:  Quando sostituire i serramenti permette di tagliare la bolletta

La riqualificazione energetica

Ogni intervento di riqualificazione energetica è importante, dall’insufflaggio alla sostituzione dei serramenti con altri nuovi, realizzati in linea con le ultime novità tecnologiche, perché oltre alla qualità dell’abitare migliorano nettamente anche le prospettive di rivalutazione in termini economici: è ormai un dato di fatto che le case in classe di efficienza energetica elevata abbiano più mercato rispetto a quelle meno evolute da questo punto di vista.