Addio al Cav Angelo Sciuccati: notissimo a Cerro per la sua presenza nel Palio di cui era stato Gran Maestro, Combattenti e reduci, era presidente dell’associazione Fante di Legnano.

Addio al cav Angelo Sciuccati

E’ venuto a mancare lasciando un vuoto profondo. Il Cav. Angelo Sciuccati, 61 anni, è morto ieri sera a causa di un malore. A Cerro Maggiore era una vera e propria istituzione: era stato personaggio di spicco nel mondo del Palio delle contrade (che in questi mesi stava aiutando a far rinascere), poi tra le fila dei Combattenti e reduci, Protezione civile, impegnato per la valorizzazione del Santuario de La Boretta. Ma non solo: lui uno dei pilastri dell’organizzazione del Carnevale cerrese. E poi a Legnano guidava come presidente l’associazione Fante e dove tutti se lo ricordano nei panni della Befana, ogni 6 gennaio, per portare dolci e regali ai piccoli pazienti della Pediatria dell’ospedale.

I ricordi

“La sezione cerrese di ‘Fratelli d’Italia’ si stringe attorno alla famiglia Sciuccati per la perdita del caro – affermano il coordinatore cittadino e assessore allo Sport Daniel Dibisceglie e il segretario di Gioventù nazionale Altomilanese Matteo Malacrida -, che per questi anni ha servito con costanza il nostro movimento e a cui va la nostra più alta gratitudine.Nessuno muore finché vive nel cuore di chi resta”.
Aggiunge Dibisceglie: “Conoscevo Angelo da diversi anni, lui da sempre è stato molto attivo nell’associazionismo cerrese, nel Palio delle Contrade, nel Carnevale Cerrese, nell’impegno nella Protezione Civile Interarma, nella collaborazione con l’Amministrazione, indipendentemente dal colore politico.  In questi anni era diventato anche un collega di partito e negli ultimi mesi abbiamo condiviso insieme l’organizzazione delle “contrade in festa” del prossimo 9 giugno.  Oggi io perdo un amico, Cerro perde una persona che ha sempre voluto vedere la sua comunità attiva e per questo si è sempre messo in gioco. Posto la nostra ultima foto insieme, una settimana fa, ti ricorderò così, armato di bici, cappellino e scudetto tricolore sul braccio, ovviamente sorridente come sempre!
Ciao Angelo, da lassù, sono certo, continuerai a sostenere la nostra comunità!”.

Leggi anche:  Il ciclista investito è stato trascinato da un trattore

“Una notizia che mai ci saremmo aspettati di ricevere, né di riferirvi – fanno sapere i ragazzi del Palio di Cerro -.  Il nostro Gran Maestro Cav Angelo Mario Sciuccati è venuto a mancare questa notte. Il nostro pensiero va’ alla moglie e ai figli. Angelo, queste parole sono per te…Un fulmine a ciel sereno. Quando questa mattina ci è stata comunicata la notizia è stato questo per noi. In questi mesi avevamo iniziato a conoscerci. Non eri una persona facile Angelo, questo lo sapevi anche tu, ma hai sempre avuto molto carattere e voglia di fare. Mano a mano hai visto nel tempo il nostro entusiasmo, l’organizzazione che ci siamo dati e hai capito che facevamo sul serio, che Noi il tuo caro Palio delle Contrade volevamo proprio rimetterlo in piedi, magari non nei tempi e nelle modalità che ti aspettavi tu, ma sicuramente con la stessa energia e voglia di fare. Ed è stato importante avere da te carta bianca.Ora che non ci sei più siamo rimasti ammutoliti, disorientati.
Ci stringiamo forte attorno alla tua famiglia, a cui facciamo le nostre più sentite condoglianze. Ci mancherai, Ciao Cav”.

TORNA ALL’HOME PAGE DI SETTEGIORNI.IT PER LE ALTRE NOTIZIE