Tre persone sono state arrestate e denunciate per rapimento. La motivazione del sequestro è che la vittima li aveva truffati.

Sequestrato agente immobiliare

G.C., nato a Bollate ma residente a Gerenzano e i suoi due figli, anche loro residenti a Gerenzano, sono stati arrestati e denunciati per aver sequestrato a Saronno T.V. un 35enne agente immobiliare di Paderno Dugnano. L’uomo è stato liberato dai Carabinieri di Paderno nella mattinata di giovedì 12 aprile grazie all’aiuto della moglie dell’uomo che ha dato l’allarme e collaborato con i militari. La donna infatti avrebbe risposto alle telefonate dei sequestratori i quali le avrebbero chiesto 450 euro per liberare il marito. Supportata prima dai carabinieri di Ceriano Laghetto e poi da quelli di Saronno, ha finto di eseguire le istruzioni dei malviventi. A quel punto è scattato il blitz fuori dalla stazione ferroviaria di Saronno. I militari hanno bloccato i sequestratori e liberato l’agente immobiliare rinchiuso un un furgone nel parcheggio del McDonald’s di Saronno. I carabinieri hanno poi recuperato gli effetti personali dell’uomo sequestrato, cellulare, portafoglio e fede nuziale, che i malviventi avevano nascosto in una busta di plastica.

Denunciato per truffa l’agente immobiliare

L’agente immobiliare T.V. è stato denunciato per truffa ai danni dei suoi sequestratori. Infatti il movente che avrebbe spinto padre e figli a sequestrare il 35enne sarebbe stata una presunta truffa architettata dal professionista. L’uomo avrebbe fatto visionare ai tre un appartamento con l’intento di farlo loro affittare, facendosi consegnare una caparra di 450 euro. L’appartamento però era già occupato da altre persone. Sono ora in corso le indagini per risalire a presunte altre vittime della truffa messa in atto dal 35 enne sequestrato.

Leggi anche:  Morti in corsia: Laura Taroni ricorre in appello