Aggredisce il padre colpendolo con la bombola d’ossigeno: arrestato a Cerro Maggiore.

Aggredisce il padre colpendolo con la bombola d’ossigeno

I carabinieri della stazione di Cerro Maggiore sono arrivati in un attimo. E lo hanno arrestato. A finire nei guai un uomo di 46 anni che poco prima aveva violentemente picchiato il padre di 80 anni con una bombola di ossigeno, colpi che sono costati all’uomo la frattura delle ossa del volto, un trauma cranico. E’ successo ieri, martedì 5 novembre 2019, nella loro abitazione.
L’anziano, che perdeva sangue e terrorizzato dalla violenza del figlio, è riuscito a raggiungere il giardino: qui, per cercare di difendersi, ha preso una vanga ma il 42enne l’ha afferrata e spaccato il manico. Il padre non si è dato per vinto riuscendo a chiamare la figlia che ha poi allertato il 112.

I soccorsi

L’80enne è stato trasportato in ospedale: si trova ricoverato, i medici lo stanno tenendo in osservazione per le botte ricevute. Dalle indagini dell’Arma il figlio chiedeva spesso al padre di andarsene di casa (l’abitazione era stata ereditata dalla morte della madre), il 42enne anni fa era già stato arrestato e condannato per maltrattamento ai genitori, con pena sospesa, ma ancora in attesa di applicazione di una misura alternativa.

Leggi anche:  Un procione come animale da compagnia: denunciata

TORNA ALL’HOMEPAGE DI SETTEGIORNI.IT PER LE ALTRE NOTIZIE