Armi, droga e un fiume di contanti: arrestati tre uomini e una donna

Nei giorni scorsi gli agenti della Polizia di Stato di Monza hanno arrestato tre uomini e una donna per spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso delle indagini, gli uomini del Commissariato di viale Romagna hanno rinvenuto e sequestrato, oltre che a 2 chili di cocaina, oltre 160mila euro in contanti, diversi Rolex e una pistola calibro 9.

Le indagini erano iniziate a ottobre

Tutto era iniziato a ottobre del 2017, quando C.A.V., un italiano di 45 anni, era stato arrestato dopo essere stato trovato in possesso di circa 1,5 chili di cocaina che aveva nascosto in un box di Seregno. Pochi giorni dopo, l’uomo si era tolto la vita in carcere, al Sanquirico, fatto che aveva provocato un’accelerata nelle operazioni investigative. Gli agenti del Commissariato di Monza avevano infatti ipotizzato che, dietro al suicidio ci fossero pressioni da parte del vero proprietario della droga (che ammontava a 4,5 chili) affinché non dicesse nulla agli inquirenti.

Il vero proprietario della sostanza stupefacente era stato quindi identificato: si trattava di M.A., un 33enne di origini calabresi, che in passato si era già servito di un complice per occultare ingenti quantitativi di droga in un box a lui non direttamente riconducibile.

Leggi anche:  Spray urticante al concerto di Sfera Ebbasta: 6 morti e 120 feriti

Gli indagati sono 18

Dalle investigazioni, condotte dalla Polizia di Stato di Monza, è quindi emerso come, a capo di tutto, ci fosse C.A., un italiano di 26 anni residente a Nova insieme a R.F., 24enne di Cinisello. In totale, sono 18 gli indagati, tutti italiani residenti a Muggiò, Vedano al Lambro, Senago, Paderno Dugnano, Meda, Nova Milanese e Seregno.

In occasione della perquisizione dell’abitazione di M.A., gli agenti hanno trovato, nascosti in soffitta all’interno di due zaini, ben 163mila 695 euro in contanti, frutto dell’attività di spaccio di droga, equivalenti ad almeno 8 mila dosi vendute al dettaglio e, complessivi 2 chili di cocaina, nonché una pistola semiautomatica calibro 9 con relativo munizionamento provento di furto e alcuni orologi Rolex.