Questa mattina, venerdì 14 dicembre 2018, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Saronno hanno arrestato una serie di perquisizioni in alcuni appartamenti a Saronno. L’operazione ha portato all’arresto di due saronnesi e al sequestro di 9 chili di marijuana e una pistola con relative munizioni.

Due arresti a Saronno: sotto sequestro 9 chili di droga e una pistola

Alle prime luci dell’alba di oggi, venerdì 14 dicembre, i Carabinieri di Saronno in borghese e in uniforme hanno perquisito due appartamenti, sei locali e un negozio di Saronno dove sospettavano che potesse essere detenuta della droga. I militari hanno perquisito per prima cosa gli appartamenti con non poca resistenza da arte degli occupanti. Infatti, circondato l’edificio, gli investigatori hanno subito notato che alla richiesta di aprire la porta, i due soggetti, che si nascondevano dentro, hanno finto di non esserci commettendo il grave errore di affacciarsi dalla finestra posta sul retro, dove però vi erano altri carabinieri appostati. Aperto quindi il portone, i militari hanno fatto irruzione nell’abitazione rinvenendo in pochi minuti alcuni scatoloni accatastati in una stanza e nascosti dietro una paratia: all’interno di questi vi erano numerosi sacchetti in plastica contenenti marijuana. La perquisizione si è protratta sino a scoprire tutti i nascondigli dove c’erano gli stupefacenti. Sono stati quindi sequestrati 8 chili e mezzo di marijuana conservata in varie forme: essiccata, frantumata, ecc..

Le altre perquisizioni

L’appartamento era occupato da due persone: un 47enne e un 21enne. I due, entrambi italiani, sono i gestori di un noto negozio di piazzetta Schuster. Dopo l’abitazione le operazioni si sono spostate presso altri box e locali, tutti nella disponibilità a vario titolo di uno dei due soggetti. In particolare, in uno dei locali, tra gli scaffali è spuntata una pistola calibro 9, perfettamente funzionante, con il relative munizioni, pronta all’uso. La pistola, irregolarmente detenuta, è stata sequestrata, come anche le cartucce. E’ stata portata a termina una perquisizione anche nel negozio di abbigliamento dei due dove è stata
rinvenuta una confezione contenente mezzo chilo di marijuana dello stesso tipo di quella rinvenuta in casa. Dichiarati in arresto, i due uomini sono stati trasportati nella casa circondariale di Busto Arsizio a disposizione della dott.ssa Nadia Calcaterra, sostituto procuratore di turno.

Leggi anche:  Morti in corsia, Cazzaniga spiega la sua "etica": "Volevo ridurre la sofferenza"

LEGGI ANCHE: Operazione contro lo spaccio a Saronno, città al setaccio