Arrestato richiedente asilo ventenne alla stazione di Locate Varesino. I carabinieri stavano effettuando regolari controlli ma il giovane non ha voluto mostrare i documenti.

Arrestato richiedente asilo: non ha mostrato i documenti e si è alterato

I militari della Stazione Carabinieri di Mozzate, nel corso del pomeriggio di ieri, hanno arrestato in flagranza di reato O. K., cittadino nigeriano classe 1998, residente in provincia di Varese. Si tratta di un richiedente asilo ospitato presso una struttura di accoglienza della provincia, resosi responsabile dei reati di resistenza, violenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.

I carabinieri della Stazione Carabinieri di Mozzate erano impegnati nella giornata di ieri in un controllo di routine presso la stazione ferroviaria di Locate Varesino. Quotidianamente infatti i militari effettuano controlli finalizzati alla repressione dei reati predatori in genere e al contrasto delle fenomenologie criminali connesse con lo spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari operanti hanno quindi proceduto a richiedere documenti ad O.K., richiesta finalizzata alla sua identificazione. Il soggetto però ha
subito iniziato a dare in escandescenza, rifiutandosi di fornire generalità e documenti di riconoscimento, nonché tentando la fuga. Immediatamente bloccato, ha continuato ad opporre resistenza attiva usando violenza contro i militari operanti, i quali sono riusciti a
neutralizzarlo definitivamente.

Leggi anche:  Arrestato rapinatore: tradito dalla Coca Cola bevuta prima del reato

L’arrestato è stato così trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione di Mozzate, in attesa di giudizio celebrato nella mattinata odierna. All’esito, O.K. è stato condannato ad un anno di reclusione con pena sospesa.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU