Arresti per spaccio nella zona industriale vicino ai boschi di Bregnano. A renderlo possibile le segnalazioni dei cittadini residenti.

Arresti per spaccio: continuano le attività di controllo del territorio

Continua il lavoro certosino dei reparti della Compagnia dei Carabinieri di Cantù, impegnata in un’intensa attività di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nelle zone boschive della provincia di Como. Sono recenti le operazioni nell’Erbese, a Monguzzo e Merone, ma anche nella Bassa comasca, tra Cadorago, Bulgarograsso, Lomazzo, Bregnano, Fino Mornasco, Lurate Caccivio e Oltrona di san Mamette.

In quest’ambito, da alcuni giorni i militari della Stazione Carabinieri di Cermenate, su segnalazione di numerosi cittadini allarmati dalla presenza nella zona di extracomunitari ed un sospetto viavai di persone, tenevano d’occhio la zona industriale di Bregnano, a ridosso di vaste località boschive.

Colti in flagrante

Quindi nella tarda serata di ieri, mercoledì 8 agosto, una pattuglia impegnata nel controllo della zona ha notato la presenza, in sosta sulla via Cavour con il motore acceso, di una Opel Astra nera, con a bordo due persone di etnia magrebina. Gli operanti si sono immediatamente avvicinati al veicolo, accorgendosi che l’autista, tentava maldestramente di nascondere qualcosa sotto i sedili.

Leggi anche:  Spaccio di droga tra un taglio e un caffè: tre arresti a Locate Varesino

I militari quindi hanno bloccato gli occupanti dell’auto. La successiva perquisizione ha fatto rinvenire, proprio sotto i sedili dell’auto, un
involucro contenente cocaina del peso lordo di 20gr circa. In un’intercapedine tra il volante ed il cruscotto inoltre c’era un fazzoletto di
carta al cui interno erano occultate 6 dosi preconfezionate sempre di cocaina per un peso totale di 2,45gr. Nell’auto anche un bilancino di
precisione ed un centinaio di euro, verosimile provento delle attività di spaccio. Altri 16gr della medesima sostanza stupefacente erano invece sul conducente del mezzo.

Per questo motivo, i due uomini, entrambi marocchini muniti di permesso di soggiorno,sono stati arrestati con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente destinata allo spaccio. Si tratta di O. A., 31 anni di Bregnano, e di E. A. F. , 39 anni e residente a Rovello Porro, che sono stati entrambi accompagnati al Bassone.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU