Entro luglio sarà pronto il progetto della nuova rotonda, prima di fine anno via alle opere

Iter iniziato nel 2015

Presto una soluzione per la rotonda maledetta di corso Europa, quella che tutti chiamano «Rotonda della Feren». Entro luglio sarà pronto il progetto per la realizzazione della nuova rotatoria, entro fino anno in appalto i lavori. A comunicarlo il vice presidente del consiglio regionale, il rhodense Carlo Borghetti da tempo impegnato per la risoluzione del problema. «“Nel 2015 avevo fatto una mozione in Regione Lombardia approvata da tutti i consiglieri di tutti i gruppi, ma nulla si era mosso. Ho cercato poi di non smettere mai di tenere il fiato sul collo sulla Regione, ma soprattutto sull’ANAS Lombardia, che è l’ente competente per intervenire su questa strada statale, e con i Sindaci dei Comuni interessati (Rho, Pogliano e Lainate) nell’estate 2017 si era trovata l’intesa sulla soluzione che consente di mettere in sicurezza lo svincolo, creando una unica rotatoria di ampio raggio che risolve tutti i conflitti di flussi veicolari, -liberando anche la rotonda su via Roma da flussi aggiuntivi- con l’impegno di ANAS a realizzare l’opera, senza però -in quel momento- certezze sui tempi.

L’interessamento del vice presidente regionale Carlo Borghetti

Da allora ad ogni incidente ho inviato ad ANAS Lombardia gli articoli di Settegiorni e ho periodicamente chiamato i dirigenti ANAS, ottenendo ogni volta la stessa risposta: “Attendiamo l’ok da Roma” (ANAS nazionale). E ogni volta io ripetevo: “Non vi mollo finché non partono i cantieri per la nuova rotonda, ci sentiamo tra 10 giorni”. Ora finalmente la notizia è ufficiale: la progettazione è stata appaltata! I progettisti hanno tempo 90 giorni per redigere il progetto definitivo/esecutivo che consentirà ad ANAS di appaltare subito dopo l’opera, visto che l’intervento è di loro competenza e la copertura dei costi è stata già prevista nella programmazione delle loro opere di manutenzione straordinaria sulla rete stradale.

Leggi anche:  Cade a terra: gravissimo 53enne SIRENE DI NOTTE

Inizio dei lavori entro fine anno

Questo significa che entro luglio dovrà essere pronto il progetto, ed entro fino anno saranno in appalto i lavori. È il punto di non-ritorno! Oltretutto l’opera non comporta espropri dei terreni privati, perché è da realizzare tutta su sedime già pubblico, e questo ci mette al riparo da qualsiasi eventuale ricorso. Comunque io non mollo fino alla fine dei lavori».