Cane ucciso a Legnano, per il deputato Cinque stelle Riccardo Olgiati si tratta di un episodio “decisamente inquietante”.

Cane ucciso “in un momento estremamente delicato per la città”

Giovedì 28 marzo 2019, l’ex consigliere comunale della Lega Nord Federica Farina ha trovato il proprio cagnolino morto davanti a casa. Non un evento fortuito, secondo la segretaria metropolitana del Pd Silvia Roggiani, che ha collegato il decesso del cane “alla crisi politica che sta investendo la giunta Fratus” e lo ha definito “un brutto atto intimidatorio”. A commentare l’accaduto è ora l’onorevole Olgiati: “Quanto accaduto oggi a Legnano è decisamente inquietante – scrive il parlamentare nella tarda serata di giovedì 28 -. L’ex consigliera comunale della Lega Federica Farina ha subito la macabra uccisione del proprio cane. Tutto avviene in un momento estremamente delicato per la città che, con le dimissioni di 13 consiglieri comunali, si ritrova senza una guida politica e nelle mani del prefetto che dovrà commissariarla. Federica Farina, assieme ad altri due consiglieri di maggioranza e all’intera minoranza, ha causato, con le protocollate dimissioni, la caduta del governo cittadino legnanese”.

Leggi anche:  Vinti 500mila euro con il gratta e vinci a Gerenzano

“Solidarietà e vicinanza per un atto vile”

“A lei e a tutti i famigliari – prosegue Olgiati – vanno la mia solidarietà e vicinanza per un atto vile che tutti ci auguriamo non abbia attinenza alcuna con quanto accaduto nei giorni scorsi a Palazzo Malinverni”.

 

TORNA ALLA HOME PAGE E LEGGI TUTTE LE NOTIZIE