Domenica 3 febbraio 2019 i Carabinieri della Sezione Operativa e della Stazione di Chiesa in Valmalenco (Sondrio) collaborati da due unità del Nucleo Carabinieri Cinofili di Orio al Serio (Bergamo) hanno effettuato un’attività di prevenzione e repressione per contrastare l’uso e lo spaccio di sostanze stupefacenti sugli impianti sciistici in località Palù di Chiesa in Valmalenco.

Cani antidroga sulle piste

I controlli sono stati estesi alle decine di turisti che hanno trascorso le giornata sulla neve. I cani antidroga, in sole 3 ore, hanno segnalato numerose persone mentre l’attività di riscontro, effettuata dai Carabinieri, è stata positiva per 18 persone, 17 segnalati, quali assuntori, alle Prefetture di competenza, tra cui anche quella di Sondrio, e un 30enne milanese denunciato a piede libero per spaccio.

Anche un minorenne

Le persone segnalate alle Prefetture sono residenti nelle province di Sondrio, Milano, Lecco e Varese. Tra di loro anche un 16enne, gli altri tutti maggiorenni tra i 19 e i 45 anni. Tutti cittadini italiani tranne uno di origini marocchine ma residente in Valtellina. Nel totale sono stati sequestrati 17,5 grammi di hashish, 7 grammi di marijuana e 14 spinelli.

Leggi anche:  Si è spento il maestro Andrea Camilleri, Fontana “Il suo uno stile inimitabile”

Genitori con figli al seguito

Tra le persone segnalate dai cani anche due coppie di genitori con bambini al seguito e stupefacente in tasca. I militari hanno descritto che gli adulti “erano infastiditi perché il cane si avvicinava al figlio ma evidentemente era attirato da un qualche odore. La giustificazione è stata ‘tanto non capisce che è una canna e non una sigaretta’”. “C’è stato anche chi è stato avvisato dagli amici che c’erano controlli in corso ed ha lasciato lo stupefacente in auto ma, segnalato dal cane, è stato comunque controllato ed il controllo si è esteso all’autovettura consentendo di trovare lo stupefacente” hanno aggiunto i carabinieri in una nota diffusa oggi.