Cantone piange la scomparsa di Giancarlo Toia, “l’amico di tutti”.

Cantone piange l’amato Giancarlo

Aveva 64 anni ed era conosciutissimo. Per ogni persona che incontrava aveva sempre un saluto, un sorriso, una buona parola, come riportato su Settegiorni Legnano-Alto Milanese in edicola. Amava stare in compagnia dei bimbi, così come di adulti e anziani. E tutti gli volevano bene. Compresa Nerviano.

Tra i fondatori della Festa di Sant’Anna e socio della Sav95

Era uno dei fondatori della storica Festa di Sant’Anna, appuntamento molto sentito a Cantone, dove si dava da fare tantissimo; poi era sempre al fianco della società ciclistica Sav95, come socio sostenitore e aiutante, dove era una presenza fissa nei controlli delle randonnée organizzate dal team. E poi la sua passione per la natura: Toia, che aveva lavorato nella carrozzeria di via Lazzaretto, era un grande appassionato di caccia, ottimo cercatore di funghi chiodini nel boschi di Cantone che lui diceva essere la sua casa. E poi gli amici del Vighigneu, storico bar e osteria della frazione: è lì che si intratteneva spesso per quattro chiacchiere, per giocare a carta. Uomo solare, si fermava a parlare con tutti: dai bimbi del vicino asilo di Cantone, a cui portava caramelle e cioccolatini, fino ai nonni. Toia era stato socio dell’immobiliare Cantone, e tempo fa, socio della cooperativa Sant’Isidoro, associazione di agricoltori.

Sempre presente alle cene coi coscritti

Sempre presente poi alle cene coi coscritti: «Giancarlo era uno dei più assidui partecipanti alle nostre gite e cene – ricorda Loredana -. Due volte all’anno ci ritrovavamo in compagnia. Raramente è mancato ai nostri incontri: di poche parole ma legato al suo gruppo. Da Cantone veniva a Nerviano e ci si trovava per un caffè. Qualche anno fa un altro coscritto, Pierino, ci ha lasciato: erano molto amici, adesso saranno insieme a raccontarsela. A noi mancherà sicuramente». «Era sempre disponibile, c’era sempre – ricordano dallo staff della festa di Sant’Anna -: ora il Vighigneu non sarà più lo stesso senza di lui per noi, cresciuti lì e abituati a vederlo sempre col suo sorriso». «Un grande amico della Sav95 e un grande compagno di battute di caccia – ricorda Christian Antognazzi -. Sempre pronto a dare una mano».

Leggi anche:  Scoppia l'asciugatrice: persone intossicate

Il ricordo del sindaco Massimo Cozzi

Lo ricorda anche il sindaco Massimo Cozzi: «Con la sua comparsa, Nerviano e Cantone in primis, perdono una persona semplice e umile, che non faceva mai mancare un salute e aiuto. Voglio ricordare soprattutto il suo impegno come volontario nell’organizzazione della Festa di Sant’Anna; entrare a Cantone e, soprattutto al Vighigneu, non sarà più la stessa cosa senza il suo sorriso». Folla ai funerali che si sono svolti sabato 13 aprile nella chiesa di Maria Madre della Chiesa.

 

TORNA ALLA HOME PAGE E LEGGI TUTTE LE NOTIZIE