Carabinieri in municipio ad Arconate per acquisire una pratica edilizia.

I militari hanno acquisito una pratica edilizia

“Questa mattina i carabinieri hanno richiesto degli atti e requisito documenti relativi a una pratica edilizia, il cui sviluppo è stata la realizzazione del palazzo di via Gallarate, il cosiddetto ecomostro“. A parlare così è il sindaco di Arconate Andrea Colombo,  che racconta del blitz delle forze dell’ordine in municipio nell’ambito della maxi operazione contro la ‘ndrangheta scattata all’alba di oggi, martedì 26 settembre, e che ha portato all’esecuzione di 24 arresti.

“Subito a disposizione dell’autorità giudiziaria”

“Non ci è stata rilasciata alcuna informazione in merito al contesto di un’indagine più ampia – prosegue Colombo -. Con l’esperienza, ahimè, che ormai abbiamo con queste vicende e attività delle forze dell’ordine, ci siamo messi subito a disposizione dell’autorità giudiziaria. Nel giro di un’ora avevamo consegnato tutti i documenti riguardo alla pratica edilizia di via Gallarate”.

L’ecomostro di via Gallarate

“Noi pensavamo che la questione finisse nei contorni di Arconate – conclude il primo cittadino Andrea Colombo -, non sapevamo, con le informazioni frammentarie che abbiamo, del collegamento di questa storia particolare dell’ecomostro con un’operazione che riguarda anche l’arresto di un sindaco per corruzione e esponenti della ndrangheta. Mi spaventa pensare a questo collegamento”.